Oggi vi postiamo la favolosa ricetta della Carbonara. Un primo piatto classico della cucina italiana conosciuto e amato in tutto il mondo. E’ uno tra i piatti storici di grande successo… Ma anche tra i più discussi della tradizione gastronomica del nostro Bel Paese. In moltissimi si attribuiscono l’invenzione della ricetta.

Alcuni affermano che sia nata in Umbria e che da lì si sia divulgata nel territorio laziale. In particolar modo, intorno a Roma, per mezzo dei carbonari intorno al XIX. Altre versioni ne attribuiscono il riconoscimento a un napoletano, Ippolito Cavalcanti, che ha scritto un trattato di ricette dove apparivano le istruzioni per realizzare questo straordinario piatto. Certo e sicuro è che la carbonara sia piuttosto recente, tanto è vero che altri la collocano nel periodo della seconda guerra mondiale. Infatti, il bacon e le uova in polvere facevano parte delle razioni dei militari americani e, i nostri cuochi dalla fervida creatività, avevano inventato un piatto utilizzando i pochi ingredienti dei soldati dando vita a questa gustosa ricetta a base di uova e guanciale.

In qualsiasi caso, la carbonara è uno dei piatti più prestigiosi della nostra cucina italiana che, con pochi ingredienti, riesce a dare vita a una ricetta meravigliosa.

La carbonara è un piatto molto corposo, sostanzioso e gustoso, ideale per un pranzo davvero completo.

Anche i meno esperti nell’arte culinaria potranno cimentarsi nella preparazione della carbonara. La ricetta non presenta grandi difficoltà. Richiede solo un poco di attenzione con i tempi di realizzazione e nella scelta degli ingredienti che devono essere di ottima qualità.

E’ideale per coloro che hanno poco tempo a disposizione per cucinare, ma che non vogliono rinunciare alla soddisfazione di portare in tavola piatti gustosi e soddisfacenti. Inoltre è un piatto che risolve molto bene una cena dell’ultimo minuto, quando arrivano amici e parenti in maniera inaspettata e sono molto affamati. Con pochi e semplici ingredienti possiamo realizzare un piatto che tutti apprezzeranno e assaporeranno con piacere.

Ora vediamo in che cosa consiste questa fantastica ricetta.

La carbonara è un primo che viene condito con guanciale rosolato, pepe, pecorino e uova sbattute in precedenza e che devono cuocere e amalgamarsi solo con il calore della pasta appena scolata e della padella calda ma a fiamma spenta.

Non aggiungete altri ingredienti come cipolla, scalogno o panna. Non utilizzate la pancetta, ma bensì unicamente il guanciale, ingrediente principe di questa ricetta. Con il suo grasso spesso e dorato rende irresistibile il piatto.

Alcune deliziose varianti:

Ci sono un paio di versioni su come aggiungere le uova sbattute alla pasta. Se volete seguire alla lettera la ricetta originale, le uova vanno sbattute e condite con pecorino grattugiato e pepe direttamente in una zuppiera. A questo punto, nella zuppiera andrà versata la pasta ben scolata, al dente e bollente insieme al guanciale con il suo grasso anch’essi bollenti. Si mescola alla perfezione facendo amalgamare tutti gli ingredienti e poi si serve subito in tavola. Un’altra versione è quella indicata nella ricetta sotto descritta. Consiste nell’ amalgamare la pasta bollente direttamente nella padella con il composto di uova, il pepe e il pecorino e a fiamma rigorosamente spenta.

Il formato di pasta da utilizzare per realizzare il piatto sono gli spaghetti. Devono essere di buona qualità e possibilmente trafilati al bronzo. Tengono meglio la cottura e la loro superficie si avvolge perfettamente al condimento.

Come tutte le ricette anche la carbonara è stata rivisitata dando origine a varie versioni: la versione vegetariana e quella di mare.

La versione vegetariana viene preparata sostituendo al guanciale le verdure più disparate. Quella più saporosa è certamente la carbonara di piselli.

La versione di mare prevede la sostituzione del guanciale con pesce o frutti di mare e crostacei. Una ricetta molto golosa e deliziosa è certamente la carbonara di pesce realizzata con cozze, gamberi e vongole. Se volete utilizzare del pesce, fate attenzione a togliere tutte le spine. Potrebbero risultare molto fastidiose da trovare durante la degustazione del piatto.