Intossicazione alimentare in vacanza: come evitarla

Data Pubblicazione: 21/07/2018

Intossicazione alimentare in vacanza: come evitarla

L’estate è la stagione delle vacanze: sole, mare, rilassamento e… intossicazione alimentare. Già perché quando si è in viaggio il pericolo di essere vittima di cibo avariato, soprattutto all'estero e in località esotiche, è dietro l’angolo. Ecco allora che occorre sapere come evitare un’intossicazione alimentare: rimedi infallibili non ce ne sono, ma alcuni accorgimenti abbasseranno, e di molto, il rischio.
Ad esempio è bene sapere che esistono alcune destinazioni dove il pericolo è maggiore: numeri alla mano tra queste ci sono Spagna, Messico e India, così come Africa e Sud-Est Asiatico dove, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, c’è la percentuale più alta di malattie alimentari. Delimitata la zona maggiormente a rischio, scopriamo quali sono gli accorgimenti da adottare per evitare di dover avere a che fare con un’intossicazione alimentare. Attenzione all’acqua che si usa per lavarsi i denti o lavare la frutta, così come a quella utilizzata per fare il ghiaccio. Importante bere sempre acqua proveniente da bottiglie sigillate.
Acqua a parte, per evitare di domandarsi ‘ma un’intossicazione alimentare quanto dura?’, è bene dare un occhio di riguardo alla cottura del cibo. La temperatura deve consentire di eliminare i batteri ed allora meglio evitare frutti di mare crudi, insalate e buffet o comunque cibi non cotti. Attenzione poi anche alla frutta: evitate ciò che trovate già sbucciato e tagliato.
Nella scelta di un ristorante poi, mettete da parte i luoghi turistici e affidatevi alle persone del posto: chi meglio di loro conoscerà i locali migliori per mangiare? Fondamentale prestare attenzione alla pulizia: tovaglie, posate e bicchieri devono essere ben puliti.

Sintomi intossicazione alimentare


Per l’intossicazione alimentare sintomi principali sono diarrea e vomito, mentre la febbre non appare in tutti i casi. Altri sintomi da tenere sotto controllo sono affaticamento, mal di testa e dolori muscolari. Per lo stomaco è importante bere molto, evitando però le bevande gassate e seguendo i consigli contro nausea e vomito. Per il cibo, in caso di intossicazione alimentare, sono ottimi riso, pane tostato, banane e mele. Solitamente i sintomi durano un paio di giorni, ma dipende sempre dalla causa da cui scaturisce: per questo motivo, oltre ad idratarsi bene, è necessario anche rivolgersi ad un dottore per farsi controllare.

Condividi questo articolo

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

MIGLIORE DIETA 2019: LA CLASSIFICA

Il 2019 è ormai in cammino da un po’ ma il percorso è ancora lungo. Normale domandarsi quale sia la migliore dieta anche per quest’anno: ...

Continua a leggere

SAN VALENTINO, COME RENDERLA (O RENDERLO) FELICE

Finalmente è arrivato: San Valentino, la festa degli Innamorati. C’è chi adora questo giorno, chi lo odia e chi… se lo dimentica! Se fate parte ...

Continua a leggere

LE MIGLIORI FRASI PER SAN VALENTINO

Una dedica d’amore vale più di un preziosissimo regalo. Ecco perché in molti quando si avvicina il 14 febbraio vanno alla ricerca di frasi per ...

Continua a leggere

Lascia un commento

Scarica la rivista