Perché diventare vegani?

Data Pubblicazione: 30/11/2018

Perché diventare vegani?

Perché diventare vegani? Quante volte abbiamo sentito questa domanda o ci è venuta in mente quando scopriamo qualcuno che ha abbracciato la filosofia vegan. Ebbene di motivi non ne mancano di certo. Tra i più importanti c’è quello che riguarda la salute degli animali: così alla domanda perché diventare vegani? Una risposta può essere per rispetto agli animali, ma non solo. Premesso che il veganismo è tutelato dall’articolo 9 della Convenzione europea sui diritti dell’uomo, c’è un altro aspetto molto importante: mangiare vegano fa bene all’ambiente. Alcune stime riferiscono di un risparmio energetico importante nel preparare un piatto vegano rispetto a uno di carne: nel dettaglio si consuma meno Anidride carbonica (1656.5 g) e meno acqua (pari a 32 docce). Praticamente in un anno intero una persona vegana assicura un risparmio economico pari al consumo di una lampadina accesa per 277 giorni consecutivi.

Perché diventare vegani? In India è ‘legge’

Insomma alla domanda perché diventare vegani si possono dare più risposte, tirare in ballo più motivazioni. Magari viene più facile a Berlino, città con più ristoranti e locali vegani al mondo, oppure in India il Paese con il numero più elevato di vegani dove in alcune regioni la carne è stata addirittura vietata. E se cercate una risposta al perché diventare vegani, potete usare anche l’emulazione: Carl Lewis, uno dei nomi storici dell’atletica, ha conseguito i suoi successi anche grazie a un regime alimentare vegano, e lo stesso si può dire della tennista Martina Navrátilová.
Certo nel rispondere alla domanda perché diventare vegani qualche osservazione va fatta. In primo luogo occorre precisare che non parliamo di un regime alimentare che fa dimagrire, anzi la mancanza di alimenti di origine animale può anche portare a un eccesso di carboidrati con conseguente aumento di adipe: proprio per questo essere vegano significa anche aver attenzione nell’assumere la giusta quantità di proteine vegetali e nel bilanciamento con verdure, fibre e frutta. E non dimenticate la differenza tra vegani e vegetariani!

Condividi questo articolo

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

CUCINARE SULLA PIETRA OLLARE

E’ sempre più in voga cucinare sulla pietra ollare: si tratta di una lastra minerale, in inglese nota con il termine di soapstone proprio per la ...

Continua a leggere

CUCINARE ORIGINE DEL TERMINE

Cucinare, origine del termine e storia di una parola che caratterizza la nostra giornata. E’ un verbo fondamentale non solo nella lingua italiana ...

Continua a leggere

SOGNARE DI CUCINARE

A chi non è mai capitato di sognare di cucinare? Si tratta di un sogno neanche troppo strano ma che lascia una certa curiosità nel sognatore che ...

Continua a leggere

Lascia un commento

Scarica la rivista