Per dimagrire pulisci la cucina

Data Pubblicazione: 27/07/2016

Per dimagrire pulisci la cucina

Sembra una presa in giro ma non lo è: per mantenere la forma fisica o per dimagrire pulisci la cucina!
Si hai capito bene: le faccende domestiche, una volta tanto, possono esserti d'aiuto per perdere peso, non solo per le calorie spese nella pulizia vera e propria, ma perché riducono le tentazioni, quindi per dimagrire pulisci la cucina. Il risultato di una simile affermazione nasce dalla consapevolezza che rimanere a lungo in piedi per lavare i piatti, così come lo sforzo fisico necessario per pulire a terra e spazzare, comportano un consumo di energia che brucia una parte del quantitativo di calorie ingerite. Ma l'indiretta azione dimagrante non dipende solo dal consumo proporzionale dovuto al movimento, perché sembrerebbe che una cucina pulita e ordinata inneschi meno il desiderio di stuzzicare qualcosa o mangiare anche al di fuori dei pasti principali. Questa notizia nasce da una ricerca statunitense che ha preso in esame due gruppi di donne: un gruppo è stato messo in attesa in una cucina caotica, disordinata e dove il telefono squillava frequentemente, mentre l'altro gruppo è stato messo in attesa in una cucina ordinata, pulita e senza stimoli stressanti. In entrambi i casi vi erano biscotti disponibili in bella vista. Il risultato è stato incredibile, perché le donne che hanno sostato nella cucina disordinata hanno mangiato in media molti più biscotti di quelle che si sono ritrovate in una cucina ordinata. La risposta di tale diversità di comportamento risiede nello stimolo stressante che una cucina disordinata emana, inducendo mentalmente il corpo a comportarsi in modo altrettanto disordinato. Lo stesso esperimento è stato poi condotto su due gruppi di donne a cui è stato chiesto prima di entrare nelle rispettive cucine, ordinata e disordinata, di ricordarsi di un momento particolarmente stressante della loro vita, mentre ad altre di riportare alla memoria un momento in cui sentivano di avere tutto sotto controllo. Anche in questo caso il risultato è stato esaltante, perché ha permesso di evidenziare come il condizionamento mentale possa influire sul comportamento, infatti le donne a cui era stato chiesto di ricordare l'evento stressante hanno mangiato molto più dell'altro gruppo. Tutti questi esperimenti mettono in chiaro almeno due concetti fondamentali: in primis, una dieta viene tollerata meglio se fatta in totale rilassatezza, in secondo luogo, che la meditazione e il condizionamento mentale pilotato possono offrire un aiuto in più nel prosieguo di una dieta. Alla luce di tutte queste valutazioni si è comunque d'accordo sul fatto che dieta e pulizie possano venire l'una a favore delle altre, in quanto entrambe direzionate verso uno stato mentale di ordine e controllo che, come visto, rappresenta un tassello fondamentale nella riuscita di un piano alimentare dietetico. Lavastoviglie: cosa non lavare

Condividi questo articolo

Scarica la rivista

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

CARNE ALLA GRIGLIA: PERCHÉ FA MALE

Ormai è cosa nota ai più: mangiare spesso carne alla griglia può provocare problemi di salute. Tra i rischi della carne cucinata alla griglia ...

Continua a leggere

PIZZE STRANE, LE FORME PIÙ CURIOSE AL MONDO

Può un grande classico come la pizza diventare una ricetta originale? Assolutamente sì, se parliamo di pizze strane: al bando la classica forma ...

Continua a leggere

MERENDA: COSA SI MANGIA IN TUTTO IL MONDO

E’ forse il momento più desiderato dai bambini: la merenda! Si tratta del classico spuntino che si fa a metà pomeriggio tra pranzo e cena. Il ...

Continua a leggere

Lascia un commento

Scarica la rivista