Sul web è già un gadget culto: è la tazza che bacia chi ne beve il caffè!

Data Pubblicazione: 10/09/2015

Sul web è già un gadget culto: è la tazza che bacia chi ne beve il caffè!

Arriva dal Giappone ed è un'invenzione del designer Jang Woo-Seok, sul web è già un gadget culto: è la tazza che bacia chi ne beve il caffè. Si tratta della tazza che dispensa caffè e... baci! Cosa succede se un semplice gadget diventa così importante da costituire un’esperienza affettiva che rende migliore la propria giornata lavorativa? Succede pressappoco quello che è successo alla tazza di caffè brevettata in Giappone e dedicata a tutti quelli che amano i risvegli soft e le coccole, non importa se provenienti da una persona in carne e ossa o da un suo surrogato: la tazza, il cui coperchio rappresenta un naso e una bocca con due labbra carnose attraverso le quali sorseggiare il caffè come se si stesse effettivamente baciando qualcuno, è ormai diventata un vero e proprio oggetto di culto ricercatissimo sul web, qualcosa di cui – giura chi lo usa – non si può più fare a meno. La tazza di caffè che dà il bacio del mattino è soltanto uno dei moltissimi gadget diversi e per la maggior parte piuttosto strambi provenienti dall’Impero del Sol Levante, tradizionalmente uno dei pionieri in materia di oggetti simpatici ma sostanzialmente inutili; eppure, in questo caso, sono in molti ad assicurare che la tazza "baciatrice" sia tutto fuorché inutile. Del resto, chi non sogna di aprire gli occhi al mattino bevendo un delizioso caffè accompagnato da un lunghissimo bacio?! L’impatto positivo di questa tazza sarebbe dunque principalmente psicologico, volto a garantire un sostegno affettivo anche a chi vive da solo o non ha una storia da molto tempo: anche se effimero, l’effetto della tazza che dà il bacio del mattino è molto gradito, senza contare che l’aspetto curioso della tazza e il suo strano compito l’hanno resa immediatamente celebre sul web, al punto che c’è chi farebbe carte false per averla. L’idea di questo piccolo prodigio è del designer giapponese Jang Woo-Seok, esperto in oggettistica dalle forme insolite e curiose. A muovere la sua inventiva è stata l’idea di ricreare facilmente, ogni volta che lo si desidera, l’illusione di bere del caffè bollente direttamente dalla bocca di un'altra persona. Non solo: secondo Woo-Seok, ai normali coperchi da caffè (per esempio quelli di plastica che danno da Starbucks, celebre catena americana di caffè, dolci e altre bevande da asporto) mancava fascino e attrattiva; troppo scontati, questi coperchi sono facilmente sostituibili da quello proposto in terra nipponica, che oltre a dispensare baci appassionati ha anche il grande pregio di tenere al caldo le bevande.  

Condividi questo articolo

Scarica la rivista

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

MANGIARE TARDI FA MALE: ECCO PERCHÉ

E’ diventata ormai un’abitudine per molte persone, ma mangiare tardi a cena non fa bene al nostro organismo. Con una vita sempre più frenetica e ...

Continua a leggere

IL PARMIGIANO FA MALE? L'ALLARME DELL'OMS E IL PARAGONE CON LE SIGARETTE

Il parmigiano fa male: è l’allarme lanciato dall’OMS che avrebbe inserito il noto formaggio italiano tra i prodotti che possono nuocere ...

Continua a leggere

I 5 ALIMENTI DA NON RISCALDARE MAI

Non capita di rado che avanzi qualche alimento da pranzo e si metta da parte per riscaldarlo poi il giorno successivo. Attenzione però: alcuni cibi, ...

Continua a leggere

Lascia un commento

Scarica la rivista