Che cos'è il gomasio? Come si cucina e come si mangia

Data Pubblicazione: 31/03/2017

Che cos'è il gomasio? Come si cucina e come si mangia

Una ricetta senza sale? Possibile grazie al gomasio, sostanza completamente naturale che dona sapore ai vostri piatti. Si tratta di un ingrediente ricco di vitamine e sali naturali, molto utilizzato nella cucina asiatica. Il suo sapore però lo rende adatto a qualsiasi tipo di preparazione.

Cos'è il Gomasio

Il gomasio è un insieme di semi di sesamo tostati e sale marino integrale. Possibile trovarlo anche con alghe, spezie, erbe aromatiche. Nella cucina asiatica lo si utilizza per dare sapore a salse e riso bollito. La sua composizione prevede una parte di sale ogni 7 (almeno) di sesamo ma la proporzione può essere anche di 1 a 30.  In Giappone è realizzato attraverso degli utensili antichi che erano usati nella preparazione dei medicinali: il suribachi (mortaio in ceramica) e il surikogi, pestello fatto di legno.  

Gomasio proprietà

Questo ingrediente presenta numerose proprietà nutritive. Nonostante l'alto apporto calorico che assicura, presenta molte proteine e sali minerali. Tra gli effetti benefici, c'è il potere disintossicante, inoltre garantisce ossigenazione a tutto l'organismo e migliora il funzionamento di cervello e memoria.

Come preparare il gomasio, la ricetta

La ricetta per preparare il gomasio prevede questi ingredienti: 10 cucchiai di semi di sesamo e 1 di sale marino integrale. Dopo aver lavato e fatto asciugare i semi di sesamo, occorre tostarli in padella per 10 minuti facendo attenzione che non brucino. Il suggerimento è di girarli continuamente. Si aggiunge poi il sale mentre continua la cottura per qualche minuto. Successivamente si pesta il composto (non con un frullatore). Una volta terminata la preparazione, può essere riposto in un barattolo di vetro e tenuto al fresco per 15 giorni. In cucina il gomasio può essere utilizzato come alternativa al sale. Il suo sapore è ideale per qualsiasi tipo di ricetta. Ottimo con i cereali perché ne rafforza il sapore, buono per condire anche un primo di verdure.

Condividi questo articolo

Scarica la rivista

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

IL PARMIGIANO FA MALE? L'ALLARME DELL'OMS E IL PARAGONE CON LE SIGARETTE

Il parmigiano fa male: è l’allarme lanciato dall’OMS che avrebbe inserito il noto formaggio italiano tra i prodotti che possono nuocere ...

Continua a leggere

I 5 ALIMENTI DA NON RISCALDARE MAI

Non capita di rado che avanzi qualche alimento da pranzo e si metta da parte per riscaldarlo poi il giorno successivo. Attenzione però: alcuni cibi, ...

Continua a leggere

BUON APPETITO: PERCHÉ NON VA DETTO PER IL GALATEO

E’ una delle domanda che spesso escono fuori quando si parla di galateo: perché non è corretto augurare buon appetito all’inizio di un pasto? ...

Continua a leggere

Lascia un commento

Scarica la rivista