I formaggi più puzzolenti del mondo

Data Pubblicazione: 17/08/2016

I formaggi più puzzolenti del mondo

I formaggi più gustosi  risultano anche essere i formaggi più puzzolenti del mondo!
I formaggi più puzzolenti del mondo:  vengono considerati dagli intenditori i più gustosi, a dispetto del loro odore.
Fra le numerose tipologie di formaggi, quelli stagionati sono senza dubbio i più apprezzati dagli esperti e sono caratterizzati da un odore molto intenso che potrebbe tenere alla larga chi di formaggi non si intende. Eppure andando al di là della puzza - come la considerano in tanti - si possono scoprire formaggi incredibilmente gustosi: la "Cranfield University" d'Inghilterra ha realizzato una classifica che riguarda i formaggi più puzzolenti al mondo, che si rivelano essere però anche molto apprezzati per il loro sapore. Al primo posto  il PONT L'EVEQUE  Pont l'eveque Un prelibato formaggio francese molto antico che viene preparato fin dal XIII secolo. Il suo odore particolarmente pungente viene emanato dalla crosta umida, per cui basterà rimuoverla per ridurre le sue "esalazioni". Al secondo posto  Camembert de Normandie  Camembert de Normandie Pure il secondo formaggio di questa graduatoria è francese è anch'esso è molto prelibato. Considerato puzzolente ma anche squisito e la sua consistenza cremosa viene apprezzata non solo in Francia ma in tutto il mondo. Si ricava dal latte di vacca lasciato crudo e la stagionatura richiede circa tre settimane. Al terzo posto il Munster Munster Il monopolio francese nella classifica dei formaggi più "odorosi" continua con il Munster. Il processo di realizzazione è simile a quello del Camembert. Molti paragonano il suo odore a quello che emanano i piedi sudati. Al quarto posto L'Epoisses 'Epoisses L'Epoisses - anch'esso, ovviamente, francese - pare fosse il formaggio prediletto di Napoleone, ma non può essere trasportato nei mezzi pubblici in Francia proprio per il suo odore molto forte e poco gradevole. Quando inizia ad avere odore di ammoniaca va gettato via, in quanto non può essere più mangiato. Al quinto posto il  Brie de Meaux Brie de Meaux Pure questo formaggio va buttato nella spazzatura non appena inizia ad emanare odore di ammoniaca. È molto cremoso e secondo gli intenditori dev'essere mangiata anche la crosta, nonostante profumo e colore non siano molto invitanti Al sesto posto il Roquefort Roquefort Il Roquefort è uno dei formaggi più apprezzati nel mondo, per la cui realizzazione viene impiegato il latte di pecora crudo invece che quello di vacca. La stagionatura avviene all'interno di grotte che si trovano nel villaggio di Roquefort - da qui deriva il nome del formaggio - situato nel sud del Paese. La muffa di colore blu e l'olezzo pungente sono caratteristiche inconfondibili di quello che viene chiamato "Re dei formaggi". Dopo una carrellata di formaggi francesi, eccone uno tedesco: settimo posto il Limburger  Limburger uno dei più popolari formaggi puzzolenti capace di far concorrenza a quelli francesi. Il suo odore è provocato da un batterio, il brevibacterium linens. Riuscire ad andare oltre l'odore di questi formaggi consentirà di apprezzarne il sapore, dato che si tratta di prelibatezze culinarie che hanno saputo conquistare milioni di palati. Leggete anche questi due articoli, selezionati in esclusiva per voi: Formaggi italiani all'estero

Come conservare

bene i formaggi
   

Condividi questo articolo

Scarica la rivista

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

VOGLIA DI DOLCE: I SEGRETI PER COMBATTERLA

A chi non è mai capitato di non riuscire a frenare la voglia di dolce, quel desiderio irrefrenabile che ti porta ad eccedere con gli zuccheri ...

Continua a leggere

PERCHÉ MANGIARE UNA MELA AL GIORNO TOGLIE IL MEDICO DI TORNO?

Mangiare una mela al giorno fa bene: lo dice il proverbio, lo conferma la scienza. Ma perché mangiare una mela al giorno toglie il medico di torno? ...

Continua a leggere

MANGIARE IN VACANZA, LE SCELTE DEGLI ITALIANI

Mangiare in vacanza non è una questione secondaria, almeno non per gli italiani. Altro che mare, montagna o arte, le mete preferite dagli italiani ...

Continua a leggere

Lascia un commento

Scarica la rivista