Diabete tipo 2, 3 tazzine di caffè per combatterlo

Data Pubblicazione: 23/05/2018

Diabete tipo 2, 3 tazzine di caffè per combatterlo

Può un caffè ridurre il rischio di diabete mellito? Sì, almeno stando a quanto emerso da una recente ricerca scientifica. In particolare è stato evidenziato come una tazzina di caffè porta ad una riduzione del 7% del rischio di diabete mellito non insulino dipendente. L’indagine ha riguardato 1,2 milioni di persone e i risultati sono stati sorprendenti.
Pubblicata su Nutrition Reviews, l’indagine mette insieme 30 diversi studi scientifici ed un totale di 1,2 milioni di persone. Ebbene si è riuscito a dimostrare come ogni tazzina di caffè porta a ridurre il rischio di diabete tipo 2 del 7%; inoltre anche quello decaffeinato avrebbe lo stesso effetto anche se in percentuale minore (riduzione del 6%).

Il Diabete tipo 2 si previene (anche) con il caffè

In pratica consumare una dosa media di caffè (3-5 tazzine al giorno) porterebbe ad un diminuzione del rischio di sviluppare il diabete mellito tipo 2 del 30-35%. Questo perché – spiegano ricercatori – il caffè contiene proprietà antiossidanti che prevengono i danni dei radicali liberi e riducono lo stress ossidativo che è in relazione anche al diabete di tipo 2. Inoltre un consumo moderato ma regolare di caffè porta anche a prevenire infiammazioni legati a disturbi cardiovascolari e metabolici.

Del resto che il caffè faccia bene è stato dimostrato in diverse ricerche: alcune dimostrano come sia anche utile per prevenire il tumore al fegato e all'endometrio e riduca il rischio di sviluppare il morbo di Alzheimer; altre, invece, hanno messo in evidenza gli effetti positivi del caffè sulla salute del cuore. Ora arriva una nuova ricerca ad evidenziare i benefici di una tazza di caffè: ridurre del 7% il rischio di diabete tipo 2. Così da oggi lo si può aggiungere alla lista ‘diabete di tipo 2 cosa mangiare’. Un motivo in più per gustarsi l’aroma di un buon caffè senza eccessive preoccupazioni, anzi certi che la salute – sempre se non si esagera – non potrà che migliorare. Parola di scienziati.

Condividi questo articolo

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

MANGIARE TARDI FA MALE: ECCO PERCHÉ

E’ diventata ormai un’abitudine per molte persone, ma mangiare tardi a cena non fa bene al nostro organismo. Con una vita sempre più frenetica e ...

Continua a leggere

IL PARMIGIANO FA MALE? L'ALLARME DELL'OMS E IL PARAGONE CON LE SIGARETTE

Il parmigiano fa male: è l’allarme lanciato dall’OMS che avrebbe inserito il noto formaggio italiano tra i prodotti che possono nuocere ...

Continua a leggere

I 5 ALIMENTI DA NON RISCALDARE MAI

Non capita di rado che avanzi qualche alimento da pranzo e si metta da parte per riscaldarlo poi il giorno successivo. Attenzione però: alcuni cibi, ...

Continua a leggere

Lascia un commento

Scarica la rivista