Come lavare e tagliare il lime per i nostri cocktail

Data Pubblicazione: 01/09/2017

Come lavare e tagliare il lime per i nostri cocktail

Per utilizzarlo in uno dei tanti cocktail che lo vedono protagonista come ingrediente o per usarlo in cucina, occorre lavare e tagliare il lime. Niente di più facile per un agrume che presenta un sapore meno acre rispetto al limone ed è molto utilizzato, come detto, nella preparazione di bevande, alcoliche e non. Conosciuto soprattutto per la sua presenza tra gli ingredienti del mojito, il lime presenta una buccia molto sottile che richiede un po' di attenzione.

Lavare e tagliare il lime: tre metodi

Del lime si può utilizzare direttamente il succo, invece che lo spicchio intero, o anche la buccia, ma ha un sapore decisamente aspro. Il suggerimento prima di usare la limetta è di lavarla sotto un getto di acqua corrente, soprattutto se dovete utilizzare la buccia. Per tagliare, invece, i metodi sono diversi e variano in base al tipo di utilizzo che ne dovete fare. Prima di vedere come lavare e tagliare il lime, diamo uno sguardo a come scegliere questo frutto che può andare a sostituire il limone. Quando si prende in mano una limetta, il suo peso deve essere leggermente più elevato rispetto al volume. La buccia deve essere molto aderente alla polpa e presentare un colore lucido e tendente al verde. Quando è eccessivamente maturo, il lime ha un colore giallo-arancio. Se verdi, invece, sono nel periodo giusto per gustarsi tutto il loro sapore.

Tagliare il lime: attenti all'abedo

Dicevamo dei vari possibili metodi per tagliare il lime. Oltre a tagliarlo a fette e spicchi come un qualsiasi agrume, possiamo anche sbucciarlo. Se abbiamo bisogno della buccia come parte decorativa, possiamo utilizzare un rigalimoni; otterremo delle striscette da poter utilizzare come decorazione. Il procedimento ricalca quello attuato con il limone o altri agrumi. Possibile anche utilizzare una grattugia, soprattutto se vogliamo usare una sorta di polvere. Infine, si può utilizzare un classico coltello. Facciamo una leggera pressione e procediamo con il tagliare la buccia. In tutti e tre i casi, attenzione a non tagliare anche l'abedo che ha un sapore molto amaro.  

Condividi questo articolo

Scarica la rivista

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

MANGIARE PIZZA FA AVERE SUCCESSO SUL LAVORO

Non solo bontà tutta da assaporare: mangiare pizza fa avere successo sul lavoro! E’ l’incredibile scoperta fatta da uno psicologo americano Dan ...

Continua a leggere

QUANTA VITAMINA D ASSUMERE OGNI GIORNO

Quanta vitamina D occorre assumere ogni giorno? E’ risaputo che parliamo di una sostanza che apporta benefici al nostro organismo. La vitamina D è ...

Continua a leggere

COSA MANGIARE A COLAZIONE PER DIMAGRIRE

Un abbondante colazione per dimagrire. Sembrerà un controsenso ed invece è la ricerca scientifica a dirlo: il primo pasto del giorno deve essere ...

Continua a leggere

Lascia un commento

Scarica la rivista