Come lavare e tagliare il lime per i nostri cocktail

Data Pubblicazione: 01/09/2017

Come lavare e tagliare il lime per i nostri cocktail

Per utilizzarlo in uno dei tanti cocktail che lo vedono protagonista come ingrediente o per usarlo in cucina, occorre lavare e tagliare il lime. Niente di più facile per un agrume che presenta un sapore meno acre rispetto al limone ed è molto utilizzato, come detto, nella preparazione di bevande, alcoliche e non. Conosciuto soprattutto per la sua presenza tra gli ingredienti del mojito, il lime presenta una buccia molto sottile che richiede un po' di attenzione.

Lavare e tagliare il lime: tre metodi

Del lime si può utilizzare direttamente il succo, invece che lo spicchio intero, o anche la buccia, ma ha un sapore decisamente aspro. Il suggerimento prima di usare la limetta è di lavarla sotto un getto di acqua corrente, soprattutto se dovete utilizzare la buccia. Per tagliare, invece, i metodi sono diversi e variano in base al tipo di utilizzo che ne dovete fare. Prima di vedere come lavare e tagliare il lime, diamo uno sguardo a come scegliere questo frutto che può andare a sostituire il limone. Quando si prende in mano una limetta, il suo peso deve essere leggermente più elevato rispetto al volume. La buccia deve essere molto aderente alla polpa e presentare un colore lucido e tendente al verde. Quando è eccessivamente maturo, il lime ha un colore giallo-arancio. Se verdi, invece, sono nel periodo giusto per gustarsi tutto il loro sapore.

Tagliare il lime: attenti all'abedo

Dicevamo dei vari possibili metodi per tagliare il lime. Oltre a tagliarlo a fette e spicchi come un qualsiasi agrume, possiamo anche sbucciarlo. Se abbiamo bisogno della buccia come parte decorativa, possiamo utilizzare un rigalimoni; otterremo delle striscette da poter utilizzare come decorazione. Il procedimento ricalca quello attuato con il limone o altri agrumi. Possibile anche utilizzare una grattugia, soprattutto se vogliamo usare una sorta di polvere. Infine, si può utilizzare un classico coltello. Facciamo una leggera pressione e procediamo con il tagliare la buccia. In tutti e tre i casi, attenzione a non tagliare anche l'abedo che ha un sapore molto amaro.  

Condividi questo articolo

Scarica la rivista

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

IL LAVORO DEI SOGNI: MANGIARE AVOCADO E DIMAGRIRE

Il nuovo lavoro? Mangiare avocado per dimagrire! E’ l’offerta lanciata da un gruppo di ricercatori che vogliono approfondire gli effetti ...

Continua a leggere

KARMA, L'APP CHE COMBATTE LO SPRECO ALIMENTARE E AIUTA CHI HA BISOGNO

Si chiama Karma ed è una nuova applicazione che si pone l’obiettivo di combattere lo spreco alimentare e aiutare i bisognosi. Un’idea semplice ...

Continua a leggere

LE 10 REGOLE PER IL VERO CAFFÈ ITALIANO (SECONDO GLI INGLESI)

Caffè Italia, un binomio conosciuto in tutto il mondo tanto che all’estero c’è chi ha pensato bene di buttare giù un vademecum per bere un ...

Continua a leggere

Lascia un commento

Scarica la rivista