Avocado, alla scoperta del burro dei marinai

Data Pubblicazione: 24/04/2017

Avocado, alla scoperta del burro dei marinai

L'

Avocado

è una specie da frutto che rientra nella famiglia delle Lauracee. Pianta e frutto (bacca a forma di pera) hanno lo stesso nome e originano in America Centrale. La polpa presenta un colore giallo, mentre la buccia può essere sia verde che color melanzana. Il sapore ricorda quello della nocciola. Particolarità di questo frutto è la possibilità di restare per mesi sulla pianta anche una volta raggiunta la piena maturità. Si tratta di un frutto climaterico, cioè che continua a maturare anche una volta staccato dalla pianta se tenuto a temperatura ambiente. Molte le varietà di avocado presenti: soltanto negli Stati Uniti se ne contano venti, tra le quali Fuerte e Ettinger, Hass, Nabal. I più importanti produttori sono: Messico, Indonesia, Stati Uniti, ma anche l'Italia rientra tra i 10 paesi produttori.

Proprietà nutrizionali dell'avocado

Dall'alto contenuto calorico, è ricco di grasso e povero di zuccheri. Da limitarne il consumo per chi osserva diete ipocaloriche, presenta soprattutto grassi monoinsaturi. Nel Settecento era usato sulle navi al posto del burro, proprio per questo è chiamato anche il 'burro dei marinai'. Varie le sue proprietà benefiche: indicato per chi soffre di colesterolo, è una fonte di antiossidanti, come ad esempio Vitamina E e glutatione. Questi, insieme al beta-sitosterolo, permettono all'avocado di essere indicato per la prevenzione delle malattie cardiovascolari. Etichetta nutrizionale per 100 g di

Avocado

  • kcal 160
  • Proteine 2 g
  • Carboidrati 8,53 g
  • zuccheri 0,66 g
  • Grassi 14,66 g
  • saturi 2,126 g
  • monoinsaturi 9,799 g
  • polinsaturi 1,816 g
  • colesterolo 0 mg
  • Fibra alimentare 6,7 g
  • Sodio 7 mg
  • Alcol 0 g

Cenni storici

Originaria dell'America Centrale e in particolare del Messico, la pianta di

Avocado

ha una storia millenaria. Già milioni di anni fa si pensa ci fossero specie simili nell'attuale California. La prima testimonianza sull'uso dell'avocado da parte dell'uomo risale al 10.000 avanti Cristo ed è stata ritrovata in una grotta in Coxcatlan, Messico. In Europa, invece, la prima testimonianza scritta si vede a Martín Fernández de Enciso che cita l'

Avocado

nel suo "Suma De Geographia Que trata de Todas Las Provincias Partidas Y Del Mundo" datato 1519.

Come conservare

L'avocado è un frutto capace di maturare anche una volta staccato dalla pianta. Per questo, se il frutto non è ancora maturo può essere conservato fino a sei giorni a temperatura ambiente. Evitare di mettere il frutto non maturo in frigorifero, perché si fermerebbe la maturazione. Una volta maturo potrà essere tenuto in frigorifero e conservato per qualche giorno.

Come mangiare l'avocado

L'avocado può essere servito sia al naturale che utilizzato nella preparazione di gustose ricette. Ideale per insalate, può anche essere sfruttato per una zuppa davvero deliziosa oppure per creare una maionese per condire gustosi piatti. Ma sono davvero numerosi le ricette che vedono protagonista questo frutto.

Condividi questo articolo

Scarica la rivista

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

GAMBE PERFETTE, LE REGOLE PER L'ALIMENTAZIONE DA SEGUIRE

Chi non vorrebbe avere gambe perfette? Purtroppo il gonfiore è tra i sintomi più ricorrenti, soprattutto in piena estate. Eppure, oltre ad un ...

Continua a leggere

NON RIESCO A DIMAGRIRE: ECCO I MOTIVI

Dieta costante, tanti sacrifici eppure non riesco a dimagrire! Vi siete mai trovati anche voi in questa situazione: giorni interi passati a fare ...

Continua a leggere

ALIMENTAZIONE SPORTIVA: GLI ERRORI DA EVITARE

L’alimentazione sportiva è fondamentale per la prestazione: i migliori allenamenti possono essere vanificati in un batter d’occhio con ...

Continua a leggere

Lascia un commento

Scarica la rivista