Le patate

Data Pubblicazione: 23/02/2016

Le patate

Le Patate sono un tubero che appartiene alla famiglia delle solanacee. Sono gli ortaggi più coltivati al mondo.

Varietà di patate

  • patate gialle : compatte, sode e poco farinose. Ottime per essere cotte in forno, fritte, lessate o in umido;
  • patate bianche : sono molto ricche di amido. Questo le rende farinose e morbide. Sono adatte per la preparazione dei purè o degli gnocchi;
  • patate rosse : hanno una polpa soda e compatta che resiste anche alle lunghe cotture, sono ideali al forno o lesse;
  • patate americane o dolci : si differenziano dalle altre poichè sono caratterizzate da un colorito arancione simile a quello delle carote. Infatti sono ricche di betacarotene, hanno una polpa dolce e delicata e si prestano bene a molte preparazioni. sono ottime fritte, al forno, o per il purè;
  • patate novelle : anche conosciute come patate primaticce. Sono piccole e con la buccia molto sottile che spesso non viene eliminata per la cottura. Ottime al forno;
  • patate con selenio : sono un tipo particolare di patata che viene coltivato in Emilia Romagna. Al momento della semina vengono arricchite con sali minerali e selenio.

Composizione biologica delle patate

Sono composte per circa l'80% di acqua. Per la restante percentuale da amido, proteine, zuccheri, ceneri e fibre alimentari. Contengono le vitamine B, C, K e J. Sono ricche di potassio, fosforo, sodio, magnesio, ferro, selenio e zinco. Tutte queste sostanze rendono la patata un ortaggio che fa molto bene all'organismo. Infatti vengono attribuite alla patata proprietà: depurative; energizzanti; antitumorali; sedative; diuretiche . Inoltre aiutano a controllare l'ipertensione. Da non sottovalutare che le patate contengono la solanina. Questa se assunta in grande quantità può provocare crampi muscolari e mal di testa. Solitamente è presente nelle parti più verdastri delle patate. Quindi è bene eliminarle prima dell'utilizzo.

Cenni storici

Diverse fonti storiche e non, attestano la presenza della patata a partire già dal II millennio A.C. La patata è originaria del Centro America, in particolare veniva coltivata dalle culture andine e mesoamericane che le facevano essiccare e le utilizzavano come scorte per le stagioni di carestia.

In seguito alla scoperta dell'America, i conquistadores spagnoli hanno importato per la prima volta le patate in Europa intorno al XVI secolo

Per molto tempo è stata considerata una rarità. Era possibile trovarla solo in orti botanici specializzati.

Le patate un tempo erano guardate con sospetto

C'erano diversi motivi che facevano sì che la patata fosse considerata un ortaggio non buono e consumata solo da pochi. Uno di questi era dovuto alla forma bitorzoluta e goffa che ricordava le eruzioni cutanee causate dalla lebbra. Un altro motivo era il fatto che la patata crescesse sotto terra e non da alberi o piante come gli altri ortaggi dell'epoca. Infine non era mai stata citata nella Bibbia, quindi era considerata il frutto del diavolo. Addirittura si pensa che in Russia le persone preferivano morire di fame purchè mangiare quest'ortaggio diabolico. Mentre in Prussia fu emanato un editto intorno al 1650 in cui era decretato che chiunque si rifiutasse di coltivare le patate poteva essere punito con il taglio del naso o delle orecchie!

Nel 700 la patata si diffonde definitivamente sulle tavole

Solo dopo qualche decennio, iniziarono ad essere utilizzate in cucina e coltivate in grande quantità tanto da diventare un cibo popolare e a basso prezzo. Con il tempo, sono state sempre più apprezzate le proprietà e le varie modalità d'uso della patata che la hanno resa, appunto l'ortaggio più diffuso al mondo.... Vi svelo una curiosità, lo sapevate che in Polonia, in Russia e in Finlandia viene prodotta una famosa acquavite con le patate? Il suo nome è vodka!

Come cuocere le patate

Le patate sono un ortaggio dal sapore universale. Proprio per questo motivo possono essere cotte in una moltitudine di modi
  • Bollite : per prima cosa, sciacquate le patate sotto l'acqua corrente. Potete sia pelarle che cuocere con la buccia, questo dipenderà dalla ricetta. Fate lessare le patate in una casseruola con l'acqua e un pizzico di sale per circa 25 - 35 minuti (dipende dalla grandezza del tubero). Per controllare che la patata è ben cotta, potete infilzarla con la punta di un coltello o con i rebbi di una forchetta. Se affonderà con facilità vorrà dire che la patata è lessa.
  • Al Vapore : sciacquate le patate e pelatele. Sistematele nell'apposito cestello in modo da tenerle separate dall'acqua. Fatele cuocere per circa 40 - 45 minuti. La cottura al vapore a differenza di quella bollita. Con la primagli ortaggi mantengono inalterate tutte le proprietà.
  • Fritte : sciacquate le patate e pelatele. Tagliate le patate a stick, a fette, a pezzetti o come preferite. Fate riscaldare in una padella antiaderente o una friggitrice abbondante olio di semi e quando avrà raggiunto la giusta temperatura friggete le patate. Tempo: dai 5 ai 15 minuti.
  • Al forno : sciacquate le patate e pelatele se necessario. Sistemate le patate in una pirofila o su una teglia foderata con carta da forno. Conditele come richiesto dalla ricetta e infornatele per circa 40 minuti.
  • Al cartoccio : sciacquate le patate sotto l'acqua corrente ma non pelatele. Avvolgete ogni patata in un foglio di carta alluminio. Sistematele su una teglia foderata con carta da forno. Cuocetele in forno preriscaldato a 220 gradi per circa 60 minuti. Sfornatele, aprite il cartoccio e incidete le patate a metà in modo da poterle farcire come preferite.

Conservare le patate

Se volete conservare le patate al naturale, dividete quelle buone e intatte da quelle che presentano parti rovinati o ammaccate. Quest'ultime potrebbero marcire prima delle altre in buono stato. Sistemate la patate in un recipiente areato (senza coperchio) e conservatele in un luogo buio e asciutto. Controllate di tanto intanto lo stato delle patate. Nel caso in cui troviate delle patate rovinate, dividetele dal resto perchè potrebbero far marcire anche le altre.

Cosa non fare con le patate

non conservate mai le patate in frigorifero poichè la bassa temperatura potrebbe rovinarne il sapore. Non lavate mai le patate prima di conservarle, l'acqua lascia le patate umide e questo le porta ad essere più esposte alla possibilità di marcire. Al massimo se i tuberi fossero molto sporchi, potrete spazzolarli con l'apposita spazzola asciutta. Non conservare le patate tagliate, la polpa non è dura come la buccia e quindi si rovinerà in poco tempo. Le patate una volta tagliate vanno cotte al momento. Al massimo potete conservare la polpa a fette in una ciotola con acqua fredda per massimo 1 giorno. Non conservare mai le patate vicino alla frutta : molti frutti secernano una sostanza chimica conosciuta come etilène. Questa a contatto con altri frutti o ortaggi ne favorisce la maturazione.

Congelare le patate

Se volete congelare le vostre patate, per prima cosa sciacquatele accuratamente sotto l'acqua corrente. Pelatele e tagliatele nella modalità che preferite. Poggiate le vostre fette di patate in una ciotola con l'acqua fredda e nel frattempo fate bollire una casseruola con l'acqua. Quando l'acqua inizierà a bollire, aggiungete le patate e fatele scottare per giusto 2 minuti. A questo punto, toglietele dal fuoco e rimettetele in una ciotola con acqua fredda e cubetti di ghiaccio in modo da bloccare la cottura. Poggiate le patate sbollentate su un canovaccio in modo da farle asciugare. Quando si saranno raffreddate completamente, sistematele negl'appositi contenitori da freezer o sacchetti. Chiudete ermeticamente e congelatele. Per maggiori informazioni ecco la nostra giuda Pulire e Tagliare Le Patate.

Ricette con le patate

Da questa breve guida potete capire che le patate dominano le tavole di tutto il mondo Sono tante le ricette da poter realizzare con questo dono della natura. Si parte con gli antipasti come ad esempio i classici crocchè di patate o i muffin di patate. I primi come la gustosa pasta e patate o il gateau . I secondi come la frittata di patate . I contorni come il purè e tante altre ricette che potrete trovare a questo collegamento. Buona preparazione! Poesia - La Patata Sia benedetta la patata ed il buon Dio che l'ha creata. In natura la regina, in tutto il mondo si cucina. Novella oppur d'annata da bianchi e neri è apprezzata, e non ci vuole una gran scienza per dir che non ne puoi star senza. Ma c'è qualcuno, a dire tutto, cui non piace questo frutto preferendo, lui meschino, un bel turgido zucchino. Noi non tange questa cosa che abbiam preso come sposa una donna preparata a cucinarci la patata. Paffutella e delicata non fa male la patata, preparata a tutte l'ore, con licenza del dottore, e stuzzicante aperitivo o rilassante digestivo. Ogni tipo di patata è da noi ben'accettata, ma tra l'esotica e la nostrana preferiam la marsicana, col gusto sapido e genuino della terra del Fucìno. Vincenzo Buccella

Condividi questo articolo

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

I 10 MIGLIORI CIBI PER CHI SOFFRE DI MAL DI TESTA

Il mal di testa è un problema che può rivelarsi limitante. Chi soffre costantemente di emicrania può capire benissimo quanto questa possa andare ...

Continua a leggere

I DIECI ALIMENTI CONTRO IL MAL DI GOLA: I RIMEDI DELLA NONNA

È sicuramente uno dei fastidi più significativi di autunno e inverno, ma se ne può soffrire anche in piena estate: il mal di gola. Le cause di ...

Continua a leggere

CIBI DI LUSSO: GLI INGREDIENTI PIÙ COSTOSI E RICERCATI DEL PIANETA

Il lusso è anche in cucina: per chi ama i cibi raffinati ci sono determinati ingredienti a cui rinunciare è complicato. Parliamo dei cosiddetti ...

Continua a leggere

Lascia un commento

Scarica la rivista