Bucatini con funghi pioppini e speck

di Cucinare.it

Bucatini con funghi pioppini e speck

Descrizione

La ricetta di oggi è per realizzare un primo piatto che profuma di bosco e ha una leggera fragranza speziata e affumicata: i bucatini con funghi pioppini e speck.
Sono stati utilizzati i funghi pioppini o piopparelli, funghi di bosco profumati e dalle carni bianche, sode e carnose dal sapore intenso e deciso.

Consigli per la cottura dei funghi pioppini o piopparelli

La cottura dei funghi, lasciati interi, deve essere velocissima: i pioppini devono rimanere croccanti, polposi e compatti e sprigionare ancora al meglio la loro fragranza che perderebbero con una cottura troppo prolungata.

La scelta degli ingredienti

A questi deliziosi funghi, viene abbinato un ingrediente dal sapore affumicato e decisamente speziato: lo speck tagliato a strisce larghe che rimarranno morbide e saporite ma senza asciugarsi troppo.
Il connubio è azzeccatissimo in quanto i due ingredienti riescono ad amalgamare le loro saporosità in maniera perfetta, senza contrasti o predominanze mantenendo ognuno le proprie caratteristiche peculiari.
Proprio per questo, i due ingredienti formano un condimento per la pasta veramente unico e goloso, squisitamente particolare che si sposa in maniera eccezionale soprattutto con i formati lunghi: bucatini, spaghettoni, linguine, tagliatelle etc.
Per rendere la ricetta più frizzante si aggiunge un bel peperoncino rosso piccante lasciato intero ma si può optare anche per quello secco sbriciolato.
Il cipollotto è il legante ideale per i due ingredienti base in quanto il suo sapore dolce ne ingentilisce le rispettive intensità.
Il basilico fresco è la nota colorata e aromatica che contraddistingue il piatto. Ricordatevi di spezzare le foglie con le dita in maniera grossolana in modo che gli oli essenziali di questa erba aromatica tipicamente mediterranea si sprigionino al meglio. Potete, poi, prima di servire in tavola, spolverizzarne dell'altro sulla pasta.
Servite con un bicchiere di vino bianco fresco e aromatico come una Vernaccia oppure una Malvasia.
Provate anche le orecchiette con crema di funghi champignon, imperdibile!

COME FARE I BUCATINI CON FUNGHI PIOPPINI E SPECK

Ingredienti & Procedimento

  • 1

    Versate l'olio extravergine di oliva in una padella ampia e unite subito il cipollotto tagliato a fiammiferi e il peperoncino rosso piccante fresco.

    Bucatini con funghi pioppini e speck preparazione 0
  • 2

    Aggiungete le fette di speck tagliate a larghe strisce.

    Bucatini con funghi pioppini e speck preparazione 1
  • 3

    Lasciate rosolare lo speck e appassire il cipollotto per qualche minuto a fiamma bassa in modo che cucinino lentamente senza bruciarsi. Nel frattempo mettete sul fuoco una pentola con abbondante acqua e portatela a bollore.

    Bucatini con funghi pioppini e speck preparazione 2
  • 4

    Quindi unite i funghi pioppini puliti e interi insieme alle foglie di basilico fresco lavate e spezzate con le dita. Condite con sale rosa e pepe rosa appena macinato.

    Bucatini con funghi pioppini e speck preparazione 3
  • 5

    Fate cuocere per 6 o 7 minuti e poi spegnete il fuoco tenendo la padella al caldo.

    Bucatini con funghi pioppini e speck preparazione 4
  • 6

    Nel frattempo avrete fatto cuocere la pasta. Scolatela al dente  e trasferitela nella padella con i funghi. Fate saltare a fiamma allegra per 1 minuto e servite in tavola ben caldi i bucatini con funghi pioppini e speck dopo averli impiattati e spolverizzati con basilico tritato. Buon appetito!

    Bucatini con funghi pioppini e speck preparazione 5
Scarica la rivista

Informazioni generiche

Difficoltà
facile
Tempo di preparazione
10 minuti
Tempo di cottura
20 minuti
Porzioni
2 piatti di bucatini con funghi pioppini e speck
Categoria
Primi facili e veloci
Pubblicata il
19/11/2018
N° visualizzazioni
1672

Valori nutrizionali per 1 porzione di Bucatini con funghi pioppini e speck:

Calorie:
540,70
Carboitrati:
71,54
Grassi:
17,97
Proteine:
23,43

Condividi questa ricetta

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Scarica la rivista