Straccetti di manzo e speck alla malvasia

di Cucinare.it

Straccetti di manzo e speck alla malvasia

Descrizione

Se volete portare in tavola un piatto squisito e appetitoso in poco tempo e che non richiede difficoltà di esecuzione, la ricetta giusta è quella degli straccetti di manzo e speck alla malvasia.
Questo accattivante secondo piatto è un tripudio di sapori e fragranze uniche e piacevolissime. Lo speck arricchisce la ricetta di un gradevolissimo sapore di affumicato oltre che di un profumo intenso che inonderà la vostra cucina e non vedrete l'ora di gustare ciò che state preparando.

COME FARE GLI STRACCETTI DI MANZO E SPECK ALLA MALVASIA

La carne e lo speck vengono cotti nella Malvasia secca, vino fruttato e molto aromatico che esalterà ancora di più la saporosità del piatto conservando morbidi sia carne che speck: mantenete la fiamma dolce in modo che non sfumi velocemente e abbia il tempo di cuocere e aromatizzare gli ingredienti.
Utilizzate speck del Trentino Alto Adige, che è pepato e affumicato in maniera giusta e discreta. Se lo acquistate già affettato, fatevi tagliare le fette di uno spessore medio per evitare che durante la cottura si asciughino troppo diventando secche e trasparenti.
Scegliete fettine di carne magre e tenere, che non richiedano un lungo tempo di cottura in quanto devono rimanere morbide e saporite e non coriacee o cartonate. Devono essere anch'esse di medio spessore e tagliate a strisce più o meno della larghezza di quelle dello speck in modo da ottenere una misura e un aspetto simile ai due ingredienti.
La cipolla rossa di Tropea, dal sapore dolce e intenso, arricchirà di dolcezza e morbidezza il piatto.
Servite gli straccetti di manzo e speck alla Malvasia belli caldi dopo averli spolverizzati con un pò di pepe misto e del prezzemolo fresco tritato.
Accompagnateli con un contorno di patate al forno oppure speziate ma anche una fresca e particolare insalata mista come quella con spinacini, pomodori e fichi sarà un'ottima scelta.
A completare il tutto, ricordate le immancabili fettine di pane al sesamo oppure di focaccia genovese e un buon bicchiere di vino rosso come un Merlot del Trentino.
Sempre in tema di cucina spint, provate anche gli straccetti di vitello con rucola e pomodorini, secondo ricco, gustoso e fresco da portare in tavola in una manciata di minuti!

Ingredienti & Procedimento

  • 1

    Tagliate le fette di speck a strisce e fate lo stesso con le fettine di manzo.

    Straccetti di manzo e speck alla malvasia preparazione 0
  • 2

    Pelate e affettate la cipolla rossa di Tropea. Mettetela in una padella antiaderente con i bordi alti insieme all'olio extravergine di oliva.

    Straccetti di manzo e speck alla malvasia preparazione 1
  • 3

    Lasciatela appassire dolcemente a fiamma bassa e poi unite gli straccetti di manzo.

    Straccetti di manzo e speck alla malvasia preparazione 2
  • 4

    Mescolate e fate insaporire per 5 minuti sempre a fiamma bassa. Quindi aggiungete lo speck.

    Straccetti di manzo e speck alla malvasia preparazione 3
  • 5

    Mescolate e, dopo 1 minuto, unite il prezzemolo tritato.

    Straccetti di manzo e speck alla malvasia preparazione 4
  • 6

    Bagnate con la Malvasia secca e mescolate.

    Straccetti di manzo e speck alla malvasia preparazione 5
  • 7

    Continuate la cottura a fiamma dolce finchè il fondo di cottura si sarà ristretto quasi del tutto mescolando molto spesso. Infine spegnete il fuoco: gli straccetti di manzo e speck alla Malvasia sono pronti da servire in tavola. Buon appetito!

    Straccetti di manzo e speck alla malvasia preparazione 6
Scarica la rivista

Informazioni generiche

Difficoltà
facile
Tempo di preparazione
10 minuti
Tempo di cottura
15 minuti
Porzioni
4 persone
Categoria
Secondi facili e veloci, Secondi di carne
Pubblicata il
19/07/2018
N° visualizzazioni
1458

Valori nutrizionali per 1 porzione di Straccetti di manzo e speck alla Malvasia:

Calorie:
545,95
Carboitrati:
2,77
Grassi:
36,89
Proteine:
44,27

Condividi questa ricetta

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Scarica la rivista