Le ricette regionali sono da sempre molto apprezzate poiché rievocano i sapori e gli odori caratteristici della tradizione culinaria italiana, proprio come nel caso della Cipollata Molisana, un contorno ricco e saporito che spesso troviamo sulle nostre tavole.

Si tratta di una ricetta ottima da servire come contorno, infatti si sposa bene con i secondi a base di carne o magari, per essere accompagnata con delle fette di pane tostato. Molto semplice da realizzare, prima di tutto fate soffriggere le cipolle con il lardo, aggiungete pomodori, il composto a base di uova ed infine fate insaporire il tutto con una manciata di parmigiano e basilico.

Le cipolle sono un ingrediente molto utilizzato in cucina, infatti sono spesso protagoniste di varie ricette come ad esempio le cipolle in agrodolce, i muffin con cipolle e salsicce, le frittelle di cipolle e molte altre ancora.

Per la cipollata, andranno bene sia le cipolle rosse di Tropea che le classiche cipolle bianche, è importante che al momento dell’acquisto controlliate che siano sode e senza macchie di muffa o con germogli esterni.

Le cipolle sono un ingrediente ricco di proprietà benefiche per l’organismo umano, prima di tutto sono una buona fonte di vitamine e sali minerali, inoltre hanno un effetto disintossicante, contrastano la formazione di coaguli, hanno proprietà antibatteriche ed aiutano a ridurre i livelli di zucchero nel sangue.

Esistono varie versioni per preparare la cipollata, che cambiano in base alla regione in cui sono preparate, ad esempio, la cipollata toscana è arricchita con salsicce e costine di maiale, mentre la cipollata siciliana è composta solo da cipolle insaporite con aceto di vino rosso, zucchero e olio…

La cipollata può essere conservata in frigorifero per massimo 2 giorni chiusa in un contenitore ermetico ma solo nel caso in cui avete utilizzato esclusivamente ingredienti freschi.

Buona lettura e buona preparazione.