di Cucinare.it

Carciofi trifolati

Descrizione

I Carciofi trifolati sono una classica ricetta della cucina mediterranea. Sono molto semplici da preparare e il loro sapore delicato si sposa alla perfezione sia con secondi a base di carne che di pesce. Mi piace prepararli quando ho un po' di tempo a disposizione perché pulire i carciofi richiede un po' di pazienza. Questi ortaggi sono una buona fonte di ferro ed è per questo che chi come me è anemico dovrebbe consumarli un po' più spesso. I carciofi , trifolati sono squisiti, sono un alimento completo a volte sottovaluto ma che invece riveste straordinaria importanza se inserito nella dieta. La variante che li propone trifolati è perfetta per accompagnare con gusto piatti di carne o di pesce. Anche per i vegetariani i carciofi sono un alimento indispensabile e può contribuire alla preparazione di piatti veloci ma saporiti arricchendo un menù con fantasia e colore. Proprietà nutritive dei carciofi Pochi conoscono le incredibili proprietà e benefici dei carciofi ma grazie alla loro introduzione nelle pietanze culinarie è stato reso noto che i carciofi contengono fibre e potassio in notevole quantità. Inoltre, a queste sostanze si aggiungono
  • fosforo,
  • calcio
  • e magnesio.
Tra le principali componenti di questo ortaggio insieme al ferro vi è la cinarina. Un consumo regolare di carciofi aiuta a ridurre l’anemia, abbassa sensibilmente il livello di colesterolo e favorisce la diuresi. Le foglie del carciofo sono anche utili anche per chi ha problemi di digestione, disturbi gastro-intestinali, vomito, nausea, reflusso gastroesofageo, i carciofi sono proprio da consumare. Come utilizzare i carciofi Per prima cosa dovresti fare attenzione a proteggere le mani quando stai per maneggiare i carciofi: indossa dei guanti per evitare che diventino nere oppure strofinale con del succo di limone. I carciofi si puliscono tagliando le foglie esterne, quelle più dure e il gambo. Quest'ultimo va ripulito e tagliato anche a pezzetti. Per evitare di fare annerire i carciofi devi immergerli mano a mano in un contenitore con acqua e succo di limone. La preparazione trifolata dei carciofi è molto semplice e veloce: basta soffriggere qualche spicchio d'aglio in una padella, far saltare i carciofi tagliati a spicchi, unire del prezzemolo tritato e bagnare ogni tanto con del brodo preparato in precedenza. Aggiustare di sale e pepe e terminare la cottura quando i carciofi saranno diventati teneri al tocco della forchetta. Servire ben caldo. Il sapore di questo piatto di carciofi trifolati è davvero unico e il profumo è incredibile!


COME FARE Carciofi trifolati

Ingredienti & Procedimento

  • 1

    Per prima cosa è necessario pulire accuratamente i carciofi che avete a disposizione. Proteggetevi le mani con un paio di guanti in lattice se volete evitare che si macchino di nero oppure, in alternativa, potete strofinarle dopo la pulitura con una fetta di limone per sbianchirle

  • 2

    Eliminate le foglie più esterne e coriacee dei carciofi poi tagliate le punte rimanenti

  • 3

    Divideteli a metà con un coltello e incidete la parte centrale per togliere la peluria che contengono

  • 4

    Con il palmo della mano schiacciate gli spicchi d'aglio senza togliere la buccia

  • 5

    Metteteli in un tegame assieme a un paio di cucchiai di olio extravergine d'oliva e fateli rosolare per qualche minuto

  • 6

    Unite i carciofi puliti e proseguite la cottura per una ventina di minuti a pentola scoperta

  • 7

    Di tanto in tanto controllate la quantità del liquido di cottura. Se vi sembra scarsa aggiungete un mestolo di brodo vegetale bollente

  • 8

    Spegnete la fiamma e insaporite la preparazione con abbondante prezzemolo fresco tritato, sale e una macinata di pepe più o meno abbondante a seconda dei gusti. Servite in tavola i carciofi appena trifolati per evitare che perdano parte della loro bontà

Scarica la rivista

Informazioni generiche

Difficoltà
facile
Tempo di preparazione
00:15
Tempo di cottura
00:20
Porzioni
4 persone
Categoria
Contorni facili e veloci
Pubblicata il
30/06/2015

Condividi questa ricetta

Potrebbe interessarti anche

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la ricetta del giorno e tante altre novità

Commenti e voti

Scarica la rivista