Carciofi alla giudia, la ricetta originale romana

di Cucinare.it

Carciofi alla giudia, la ricetta originale romana

Descrizione

Se cercate un contorno saporito e all'insegna della tradizione, i carciofi alla giudia sono quello che fa per voi. E' un piatto tipico della tradizione culinaria laziale e la loro origine risale a molto tempo fa. Il carciofo alla giudia era, infatti, la ricetta con la quale si interrompeva il Kippur.

Carciofi alla giudia, le origini

Questa è una festa ebrea ed è proprio nel Ghetto ebraico di Roma che nasce la ricetta dei carciofi alla giudia. Le prime testimonianze si hanno nel XVI secolo e a prepararlo erano le massaie romane in occasione della festa dell'espiazione. In tale ricorrenza ci si sottopone a un giorno di digiuno totale (non solo cibo, ma anche bevande, lavoro e divertimenti) e ci si dedica completamente alla preghiera. Dopo ventiquattro ore si riprendono le normali attività e, tradizione vuole, che il digiuno sia interrotto proprio mangiando carciofi fritti che per questo motivo sono chiamati alla giudia.

Carciofi alla giudia, la ricetta originale

Per i carciofi alla giudia la ricetta originale prevede l'utilizzo della mammole o carciofi cimaroli. Si tratta di una delle varietà tipiche dei campi laziali e in particolare della zona tra Ladispoli e Civitavecchia. Tale carciofo ha alcune caratteristiche che ben si abbinano con quelle della ricetta che vi stiamo proponendo. In particolare hanno un cuore molto tenero e sono privi di spine. Questo consente di mangiarli interi senza scartare nulla. Dicevamo della loro origine: impossibile non mangiare i carciofi alla giudia a Roma. Quando si va in visita nella Capitale, questo piatto non può mai mancare nel nostro menu. La ricetta è semplice da preparare ma garantisce una riuscita ottima. Questo piatto, infatti, esalta il gusto del carciofo in un mix di sapori davvero squisito. Se cercate, invece, altri  contorni da preparare con questo ortaggio, potete provare a realizzare i carciofi bolliti, ricetta semplice ma gustosao o i carciofi fritti. Altre ricette con i carciofi a questo link.

Ingredienti & Procedimento

  • 1

    Pulite i carciofi. Eliminate le foglie esterne più dure. Aiutandovi con un coltellino a lama ricurva eliminate la parte viola di ogni foglia, procedendo verso l'interno

  • 2

    In questa fase il carciofo avrà già assunto la forma a rosa. Continuate la pulizia del gambo (compresa la parte rimasta delle attaccature delle foglie piu' esterne)

  • 3

    Immergete i carciofi puliti in acqua e limone per 10 minuti

  • 4

    Sgrondateli ed asciugateli. Betteteli poi l'uno contro l'altro per farli aprire

  • 5

    Metteteli a friggere in un tegame con tanto olio da ricoprirli. Continuate la cottura per 10, 15 minuti a fiamma media

  • 6

    Mettete i carciofi in un piatto e lasciateli raffreddare per una ventina di minuti capovolti

  • 7

    Trascorso questo tempo aprite di piu' le foglie per l'effetto rosa e condite i carciofi con sale e pepe

  • 8

    Fateli friggere nuovamente per 1 minuto a fiamma alta

  • 9

    I vostri carciofi alla giudia sono pronti per essere gustati.

Scarica la rivista

Informazioni generiche

Difficoltà
facile
Tempo di preparazione
00:10
Tempo di cottura
00:15
Porzioni
3 persone
Categoria
Contorni sfiziosi
Pubblicata il
09/05/2017
N° visualizzazioni
496

Condividi questa ricetta

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Scarica la rivista