Il coniglio: ricette e valori nutrizionali

Data Pubblicazione: 09/10/2018

Il coniglio: ricette e valori nutrizionali

Animale ormai ritenuto anche di compagnia, il coniglioresta anche tra gli alimenti più utilizzati e apprezzati. Appartenente alla famiglia dei leporidi, conta oltre cinquanta tipi di varietà d’allevamento in tutto il mondo. Utilizzato fin dai tempi antichi per l’alimentazione umana, presenta una carne molto morbida e saporita, oltre che magra. In macelleria lo si può trovare intero o anche a pezzi: i tagli più apprezzati sono le cosce, le spalle e il carrè.

Coniglio, proprietà e valori nutrizionali

Abbiamo già accennato al fatto che la carne di coniglio è particolarmente magra e poco calorica. Ovviamente dipenderà anche dal tipo di ricetta che uno poi prepara: inutile dire che il coniglio alla cacciatora presenterà comunque un surplus di calorie con cui poi bisognerà fare i conti. Tornando però alle proprietà della carne di coniglio, da segnalare l’elevato apporto di proteine ad alto valore biologico e la presenza minima di colesterolo. Ricco di amminoacidi, in particolare l’acido glutammico, l’acido aspartico, la lisina e la leucina, e di sali minerali, soprattutto potassio, ferro e fosforo. A livello vitaminico si può segnalare la discreta presenza di niacina. A livello nutrizionale è indicato per bambini, anziani, per chi soffre di colesterolo alto e per chi è a dieta.

Valori nutrizionali 100 grammi di coniglio:
  • Kcal 136
  • Proteine 20,05 g
  • Carboidrati 0 g
  • Zuccheri --
  • Grassi 5,55 g
  • Saturi 1,66 g
  • Monoinsaturi 1,5 g
  • Polinsaturi 1,08 g
  • Colesterolo 57 mg
  • Fibra alimentare 0 g
  • Sodio 41 mg
  • Alcol

Cenni storici

Il coniglio è uno dei simboli della Pasqua: questa tradizione nasce in Germania nel XV secolo con la realizzazione dei dolcetti a forma di coniglio, poi si è diffusa anche in America. In realtà l’origine di tale usanza è da ricercarsi in riti pre-cristiani sulla fertilità: essendo il coniglio un animale molto fertile, era considerato un simbolo del rinnovamento della vita legato all’inizio della primavera.

Varietà di preparazioni in cucina

Ma torniamo in cucina con il nostro coniglio: ricette sono davvero numerose. Questa carne, infatti, può essere utilizzata per varie preparazioni. C’è ad esempio il coniglio alla ligure, realizzato con olive, rosmarino e pinoli: una miscela di sapori che si sposa a perfezione con il gusto del coniglio. Se il coniglio alla cacciatora non ha bisogno di presentazione, il coniglio al forno è tra le ricette più apprezzate, soprattutto accompagnato da patate.

Condividi questo articolo

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

DALL'ALIMENTAZIONE AL RIPOSO: COSA FARE DOPO L'ALLENAMENTO

L’esercizio fisico è fondamentale: fare il giusto allenamento durante la giornata è il primo passo per tenersi in salute. Un fattore che può ...

Continua a leggere

STITICHEZZA, COSA MANGIARE E QUALI CIBI EVITARE

La stitichezza è un problema che molte persone sono costrette ad affrontare. La causa è spesso da ricercare in uno stile di vita non sano: dalla ...

Continua a leggere

COME IMPIATTARE: DAGLI ANTIPASTI AGLI SPAGHETTI

Per una cena di occasione o semplicemente per fare bella figura con gli amici, impiattare è fondamentale. L’impiattamento spesso è un capitolo ...

Continua a leggere

Lascia un commento

Scarica la rivista