Fragoline

Data Pubblicazione: 06/11/2018

Fragoline

Le fragoline sono il frutto della pianta della fragaria vesca. Frutto conosciuto già in antichità, originano nel continente europeo e crescono spontaneamente in sottoboschi e scarpate. Rispetto alle classiche fragole, con le quali condividono l’origine del nome, sono più piccole e profumate. Dicevamo del nome: deriva da fragrare che significa profumare, questo perché in passato tutte le varietà di fragole erano utilizzate anche per la realizzazione di prodotti di cosmesi. Torniamo alle nostre fragoline di bosco: oltre che in natura si possono anche coltivare sul balcone di casa o nell’orto. Per farlo in casa è necessario un vaso riempito di terra formata da torba e corteccia composta: ogni mese occorre poi mettere il concime. La pianta deve stare a mezz’ombra ed essere annaffiata goccia a goccia.
Diverse le varietà di fragoline presenti in natura, per citarne qualcuna: blanche de bois, reine des Vallées, capron. Attenzione a non confonderle con la fragola matta. Questa non è commestibile: anche se non tossica, consumata in abbondanza può provocare dissenteria. Rispetto alle fragoline, le fragole matte hanno una dimensione maggiore e un sapore acidulo.

Proprietà delle fragoline

Questo frutto sono un vero e proprio elisir di lunga vita: ricche di vitamina C, calcio e fosforo, contengono tante fibre e molta acqua. Ideali per chi segue un’alimentazione ipocalorica (appena 27 Kcal), sono un frutto ottimo anche per le sue proprietà diuretiche, drenanti e antiossidanti. Ma c’è un effetto che fa delle fragoline un ingrediente molto salutare: mangiarle, infatti, consente di tenere sotto controllo gli sbalzi di pressione. Come tutta la frutta e verdura di colore rosso, presenta una discreta quantità di due antiossidanti come il licopene e le antocianin.
Valori nutrizionali 100 g fragoline
Kcal 27
Fibre 2.1 g
Proteine 0.4 g
Carboidrati 9.1 g
Grassi 0.1 g
Potassio 148 mg
Fosforo 13 mg

Cenni storici

Frutto dalla storia molto antica, si parla di fragole già nella Bibbia, le fragoline sono legate anche a una tradizione popolare: per questa, infatti, hanno virtù magiche e sono ottime per evitare i morsi dei serpenti. Così ogni 24 giugno, notte di San Giovanni, si raccoglievano e si lasciavano essiccare prima di usarle per produrre una cintura: credenza popolare voleva che chiunque indossasse questa cintura fosse al riparo dai serpenti.

Varietà di preparazioni in cucina

Gustoso e dolce frutto, la fragolina è ottima da mangiare da sola ma anche inserita in ricette squisite. In particolare le fragoline sono adatte alla preparazione di dolci e liquori, ma per il loro colore e la loro forma possono assumere anche valore estetico ed essere usate come decorazione per torte e dolci. Ottimo ad esempio il dessert pesche e fragoline: da provare!

Condividi questo articolo

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

ALIMENTI E CATTIVO ODORE

Cattivo odore, colpa del cibo. Ci sono alcuni alimenti che possono causare il cattivo odore del corpoe che quindi vanno ad influire in un problema ...

Continua a leggere

MANGIARE UVA FA INGRASSARE: LA FALSA CREDENZA

Settembre è il periodo dell’Uva e resistere al richiamo dei chicchi è troppo difficile. Un sapore irresistibile, un chicco tira l’altro ed ...

Continua a leggere

COSA MANGIARE A SAN GENNARO

Oggi, 19 settembre, è San Gennaro. Festa patronale a Napoli, giorno in cui (uno dei tre all'anno) avviene la liquefazione del sangue del Santo ...

Continua a leggere

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la ricetta del giorno e tante altre novità

Commenti e voti

Scarica la rivista