Farina integrale

Data Pubblicazione: 13/03/2019

Farina integrale

Con farina integralesi intende ciò che risulta dalla macinazione dei chicchi interi, compresi anche di crusca e di germe: la differenza con le farine raffinate è che in queste ultime si eliminano proprio crusca e germe dalla lavorazione. Altro aspetto fondamentale è l’assenza di sostanze chimiche che solitamente sono utilizzate per rendere bianca la farina, come ad esempio ossido di azoto. La farina integrale rispetto a quella ‘normale’ ha una maggiore digeribilità. Da considerare che la lavorazione di questo tipo di farina richiede maggiore attenzione (i chicchi sono scelti al termine di una accurata selezione), tempi più lunghi, lievitazione più lenta. Proprio per questo è meno usata rispetto a quella bianca, anche se migliore dal punto di vista qualitativo (e quindi anche più cara). Diverse le varietà di farina integrale: possiamo ricordare quella di riso, di avena, di frumento, di mais, di kamut e di farro.

Le proprietà della farina integrale

La farina integrale ha una grande quantità di fibre, al contrario di quelle raffinate che presentano invece molti amidi. Proprio per questo è considerata più salutare ed è indicata (ma poi occorre sapere bene quali delle tante varietà esistenti) per chi soffre di diabete e patologie simili. Ovviamente è difficile parlare in generale di farina integrale dal punto di vista nutrizionale visto che le diverse farine integrali presentano anche caratteristiche e peculiarità diverse. Così, ad esempio, quella di mais non ha glutine ma è ricca di sali minerali, mentre quella di segale ha molte fibre e quella di farro è ricca di magnesio. In generale la grande quantità di fibre rende la farina integrale utile per ridurre l’assorbimento dei grassi e per abbassare i livelli di colesterolo.

Come utilizzare la farina integrale

Arriviamo quindi all’utilizzo della farina integrale in cucina: possiamo dire che è usata per sostituire le farine raffinate. Quindi ci sarà la pizza con farina integrale o una torta con farina integrale o ancora biscotti con farina integrale. Non mancheranno i muffin, si può utilizzare anche per le panature e poi ancora per dolci con farina integrale oppure la pasta fatta in casa. Poi dipende anche dal tipo di farina utilizzata: così quella di farro è ottima proprio per la pasta fatta in casa, mentre quella di mais si presta maggiormente alla realizzazione della polente, quella di orzo è raccomandata per il pane e, infine, la farina integrale di riso è indicata per preparare dei dolci.

Condividi questo articolo

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

GLI OLIGOELEMENTI

Gli oligoelementi hanno una grande importanza per la salute del nostro organismo e sono assicurati anche grazie all’alimentazione. Con il termine ...

Continua a leggere

MIGLIOR GELATO CONFEZIONATO

Non è certo come il gelato artigianale e sicuramente non ha le proprietà di uno fatto in casa, ma resistere ad un gelato confezionato è difficile. ...

Continua a leggere

IL COCCO FA INGRASSARE?

E’ il frutto della spiaggia, quello da gustare in riva al mare: ma il cocco fa ingrassare? Domanda ovvia perché con sole, mare e belle giornate ...

Continua a leggere

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la ricetta del giorno e tante altre novità

Commenti e voti

Scarica la rivista