Differenza tra estrattore e centrifuga

Data Pubblicazione: 10/06/2020

Differenza tra estrattore e centrifuga

Qual è la differenza tra estrattore e centrifuga? Una domanda logica, soprattutto ora che con l'arrivo della bella stagione aumenta la voglia di succhi di frutta, meglio se freschi e leggeri, o gustosi centrifugati. Per realizzarli si possono usare sia delle centrifughe che dei frullatori, ma cosa cambia? Cosa si guadagna con uno e cosa con un altro? Andiamo proprio a scoprirlo insieme.

Volendo provare a descrivere la differenza tra centrifuga e estrattore, si può partire dalla prima. La centrifuga ha lame sottili e una velocità molto elevata: proprio la forza della centrifuga spinge la polpa in direzione di un setaccio che filtra il succo e manda gli scarti in un secchiello. Al contrario l'estrattore non presenta lame: è dotato di una sorte di vite che non taglia il frutto ma lo spreme e poi separa il succo dai resti della polpa. Proprio il diverso procedimento porta con sé anche altre differenze: in primo luogo il rumore, più elevato nella centrifuga.

Differenza tra estrattore e centrifuga: quale scegliere


Ma quella che è forse la più importante differenza tra estrattore e centrifuga riguarda le proprietà nutrizionali. Lavorando a freddo l'estrattore non altera le qualità organolettiche del frutto, cosa che invece accade con la centrifuga che nel corso del suo operato si surriscalda. A favore della seconda c'è però il meno tempo necessario per ottenere il succo di frutta.

Altra differenza da dover elencare riguarda la frutta e la verdura adatte ad estrattore e centrifuga. Il primo è utilizzabile con quasi tutta la frutta e la verdura. La seconda, invece, è sconsigliata per le verdure a foglia e per frutta con poca acqua come banane, fichi e mandorle. Queste, quindi, le principali differenze tra estrattore e centrifuga: ora avete le idee più chiare e potete scegliere l'uno o l'altra.

Pubblicata il 10/06/2020

Condividi questo articolo

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

CONSERVARE FRUTTA E VERDURA AL MEGLIO

Tra i metodi più conosciuti per conservare frutta e verdura, il più utilizzato consiste nel mettere il cibo in frigorifero. Questo significa ...

Continua a leggere

COME PULIRE UNA PADELLA IN GHISA

Pulire la padella in ghisa in modo perfetto è fondamentale per far in modo che tale strumento non si rovini e non si formi la ruggine. Ecco allora ...

Continua a leggere

FAR TORNARE ANTIADERENTE UNA PADELLA CONSUMATA

La padella antiaderente è uno degli strumenti più utilizzati in cucina. Forse non avrebbe bisogno neanche di presentazione, ma comunque la ...

Continua a leggere

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la ricetta del giorno e tante altre novità

Commenti e voti

Scarica la rivista