Pulire le piovre

Data Pubblicazione: 06/02/2019

Pulire le piovre

Pulire le piovreper potersi gustare questo mollusco, dal sapore tra i più apprezzati a tavola. La piovra o polpo è uno degli alimenti adatti alla dieta mediterranea visto la bassa presenza di grassi. Per sceglierlo fresco occorre fare attenzione al colore, che deve essere brillante, e al profumo (deve sentirsi l’odore del mare). Ma come pulire la piovra o polpo?

Come pulire le piovre

Il primo passaggio è sciacquarla sotto un getto di acqua corrente: con le mani strofiniamo la testa e i tentacoli. Dopo aver asciugato il polpo con carta da cucina, adagiamolo sul tagliere e con un coltello andiamo ad incidere la sacca all’altezza degli occhi. Eliminiamoli e togliamo anche il becco incidendo con un coltellino intorno alla bocca. Arrivati a questo punto battiamo la carne del polpo utilizzando un martelletto e un batticarne per circa dieci minuti, in modo da rompere le fibre e intenerire la carne.
Nuovo risciacquo e poi estraiamo le interiora dalla sacca, lavandola con attenzione. Laviamo anche testa e tentacoli per rimuovere la patina liscia che è presente, pulendo con attenzione anche le ventose dove potrebbe nascondersi qualche residuo di sabbia. Abbiamo quindi visto il procedimento completo per pulire le piovre: una volta terminato possiamo passare alla cottura. Quindi in una pentola alta, portiamo a ebollizione l’acqua: immergiamo quindi i tentacoli in acqua bollente, poi tiriamoli fuori; ripetiamo questa operazione 4-5 volte in modo da far arricciare i tentacoli. Fatto ciò, possiamo immergere l’intera piovra in acqua e farla cuocere: il tempo di cottura dipenderà dalla grandezza del polpo, in media 20 minuti ogni 500 grammi. Una volta terminata la cottura, riprendiamo la guida su come pulire la piovra: scoliamo il polpo e adagiamolo su un tagliere. Quindi possiamo iniziare a separare con un coltello testa e tentacoli. Ora, in base anche alla ricetta che dovete preparare, potete tagliare i tentacoli e, se volete, eliminare la pelle. Potete anche tagliare la testa della piovra, sempre in base alla ricetta che avete intenzione di fare.

Condividi questo articolo

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

ALIMENTI E CATTIVO ODORE

Cattivo odore, colpa del cibo. Ci sono alcuni alimenti che possono causare il cattivo odore del corpoe che quindi vanno ad influire in un problema ...

Continua a leggere

MANGIARE UVA FA INGRASSARE: LA FALSA CREDENZA

Settembre è il periodo dell’Uva e resistere al richiamo dei chicchi è troppo difficile. Un sapore irresistibile, un chicco tira l’altro ed ...

Continua a leggere

COSA MANGIARE A SAN GENNARO

Oggi, 19 settembre, è San Gennaro. Festa patronale a Napoli, giorno in cui (uno dei tre all'anno) avviene la liquefazione del sangue del Santo ...

Continua a leggere

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la ricetta del giorno e tante altre novità

Commenti e voti

Scarica la rivista