Fior di latte

Data Pubblicazione: 05/11/2018

Fior di latte

Il fior di latte è un latticino originario della Campania che è conosciuto in tutto il mondo: può definirsi come un formaggio fresco che si ottiene con il latte intero di vacca. Proprio questo lo differenzia dalla forse più conosciuta mozzarella, con la quale – soprattutto all’estero – è spesso confusa: se il fior di latte è realizzato con l’utilizzo di latte vaccino, la mozzarella è considerata tale soltanto con l’uso del latte fresco intero di bufala ed ha marchio Dop. Questa differenza è diventata ufficiale nel 1996 quando il fior di latte ha ricevuto la certificazione Stg (specialità tradizionale garantita) che ne stabilisce la metodologia di produzione ma non origine e qualità degli ingredienti.
Proprio dal punto di vista del procedimento di realizzazione, il fior di latte è fatto praticamente allo stesso modo della mozzarella: il latte viene scaldato, c’è poi la coagulazione con il caglio, la rottura della cagliata con maturazione, infine l’aggiunta di acqua bollente e la mozzatura manuale on il raffreddamento e la salatura. A forma di cupola, questo formaggio fresco è prodotto soprattutto in Campania, Basilicata, Calabria, Puglia e Lazio, anche se la sua capitale è Agerola, un piccolo bordo in provincia di Napoli.

Proprietà e calorie del fior di latte

  • Fior di latte calorie 265
  • Acqua 54.80 g
  • Proteine 20.60 g
  • Carboidrati 0.70 g
  • zuccheri solubili 0.70 g
  • amido 0.00 g
  • Grassi 20.30 g
  • saturi -- g
  • monoinsaturi -- g
  • polinsaturi -- g
  • Fibra totale 0.00 g
  • Colesterolo - mg
  • Sodio - mg
  • Alcool 0.00 g

Cenni storici


La storia del fiordilatte è molto antica: se ne ritrovano tracce già secoli addietro soprattutto nel Sud Italia: proprio qui, Campania e Puglia se ne contendono la podestà.

Come conservare


Essendo un formaggio fresco non può essere conservato che per più di un paio di giorni a temperatura ambiente, altrimenti perde le sue caratteristiche: dalla consistenza al gusto che irrancidisce.

Varietà di preparazione del fior di latte

Questo latticino può essere utilizzato come un secondo piatto, da solo e per realizzare una gustosa caprese, o anche come ingrediente per farcire soprattutto pizze, ma anche timballi o piatti di pasta. Molto noto è il fior di latte gelato, gusto che richiama il sapore del formaggio anche se non lo contempla come ingrediente. Tornando alle ricette, anche il fior di latte può essere usato per una sfiziosa preparazione: la mozzarella in carrozza.

Condividi questo articolo

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

ANGURIA, I TRUCCHI PER SCEGLIERLA

Una vecchia canzone napoletana recita ‘se il melone è uscito bianco, con chi te la vuoi prendere?’. Il riferimento è al matrimonio che non si ...

Continua a leggere

ERITRITOLO: IL DOLCIFICANTE DEL MOMENTO

Eritritolo: il dolcificante del momento. Si tratta di un’alternativa allo zucchero che sta prendendo sempre più piede. Questa sostanza non apporta ...

Continua a leggere

AL RISTORANTE CON LA CARTA DI IDENTITÀ

La Campania si conferma una Regione molto severa in tema di norme anti-covid. Del resto il governatore De Luca ha fatto della sua ‘aggressività’ ...

Continua a leggere

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la ricetta del giorno e tante altre novità

Commenti e voti

Scarica la rivista