Veganuary 2021: vegani per un mese

Data Pubblicazione: 07/01/2021

Vegani per un mese

Vegani per un mese: è l’idea che sta alla base di Veganuary, iniziativa che nasce in Gran Bretagna sette anni fa. Il principio fondante è quello di trascorrere tutto il mese di gennaio senza mangiare carne e cibo di origine animale, promuovendo una dieta vegana, dando così un contributo alla lotta ai cambiamenti climatici. Quella di quest’anno è un’edizione di Veganuary da grandi numeri: 152 i paesi partecipanti, 500.000 iscritti dei quali 125mila soltanto in Gran Bretagna. Un vero successo che fa dell’edizione 2021 quella dei record: lo scorso anno i partecipanti erano stati 400mila, nel 2018 si erano fermati a 170mila. Un trend in continua crescita anche grazie al Covid: secondo quanto riferisce The Guardian, infatti, molti partecipanti hanno iniziato a riflettere sull’importanza di alimentazione, clima e benessere animali proprio durante il periodo di lockdown.

Veganuary, vegani per un mese: 500mila partecipanti

Molte le aziende che hanno aderito all’iniziativa: c’è Nestlè, ma anche la catena di supermercati Marks & Spencer e poi anche media come Bloomberg e ancora Quorn, produttore leader per gli alimenti vegani. Veganuary 2021 è partito venerdì scorso, 1° gennaio con l’iniziativa di Domino Pizza che hanno prodotto esclusivamente prodotti vegani. Un successo importante per una iniziativa che ha anche un risvolto benefico. Agli aderenti, infatti, è proposto di dare un contributo che poi servirà a sostegno delle associazioni no profit che garantiscono cibo (ovviamente non di origine animale) alle persone disagiate.
Un motivo in più per partecipare ad un’iniziativa che quest’anno ha battuto il record di partecipanti. A tutti vengono segnalate una serie di ragioni per i quali ridurre la presenza di alimenti di origine animale nella propria alimentazione: dalla diminuzione della sofferenza per gli animali al miglioramento della salute, senza dimenticare i danni all’ambiente che derivano dalla produzione alimentare. E il successo dell’iniziativa porta a pensare che in molti hanno compreso quanto possa risultare importante un’alimentazione vegana.

Pubblicata il 07/01/2021

Condividi questo articolo

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

FESTA DELLA LIBERAZIONE: IL PIATTO DEL 25 APRILE È LA PASTASCIUTTA ANTIFASCISTA

E’ la festa della liberazione anche a tavola: si celebrano i 73 anni dell’insurrezione delle forze partigiane e della sconfitta del regime ...

Continua a leggere

CONSERVARE FRUTTA E VERDURA AL MEGLIO

Tra i metodi più conosciuti per conservare frutta e verdura, il più utilizzato consiste nel mettere il cibo in frigorifero. Questo significa ...

Continua a leggere

RISPONDERE A CHI STARNUTISCE SECONDO IL GALATEO

Etciù! Salute! La relazione è stretta ed è impossibile trattenersi in un caso o nell’altro: dopo una starnuto arriva sempre chi risponde ...

Continua a leggere

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la ricetta del giorno e tante altre novità

Commenti e voti

Scarica la rivista