Dieta vegana: pro e contro

Data Pubblicazione: 31/03/2019

Dieta vegana: pro e contro

La dieta vegana è una scelta che sempre più persone compiono: si tratta di una decisione che travalica il semplice campo dell’alimentazione ed abbraccia lo stile e la filosofia di vita della persona. Seguire una dieta vegana per dimagrireo no ha comunque dei pro e dei contro: molti i benefici dimostrati da vari studi scientifici, ma ovviamente non mancano le cautele da applicare perché occorre bilanciare in maniera corretta tutti i nutrienti.

Dieta vegana, tanti benefici ma occhio alle controindicazioni

Per una dieta vegana i benefici vengono dati dall’utilizzo di vegetali: è risaputo che gli alimenti di origine vegetale apportano benefici non indifferenti all’organismo umano. Tale scelta ha poi anche ricadute positive sull’ambiente visto che un’alimentazione vegana sostiene l’agricoltura biologica e riduce il consumo di anidride carbonica legato alle attività quali la produzione di carne.
Dal punto di vista della salute, molti studi hanno messo in mostra come i vegani sono più magri, anche rispetto ai vegetariani, hanno livelli di colesterolo più bassi e anche la pressione arteriosa inferiore. Inoltre consumare frutta e verdura favorisce l’apporto di antiossidanti e sostanze fitochimiche che contribuiscono a tenere in salute l’apparato cardiovascolare e a ridurre il rischio di cancro.
Ovviamente una dieta vegana deve essere seguita in maniera corretta: l’Organismo Mondiale della Sanità ha precisato che l’alimentazione vegana, se pianificata in maniera adeguata, è salutare e contribuisce alla prevenzione di malattie croniche. E’ importante sottolineare la dicitura pianificate in maniera adeguata: tra i rischi di una dieta vegana il principale è proprio quello di ridurre l’apporto di alcuni micronutrienti fondamentali. In particolare il pericolo riguarda la carenza di vitamine B-12 e D, degli acidi grassi di calcio, omega-3, ferro e zinco: tutti nutrienti che possono essere presenti in una dieta vegana ma soltanto se pianificata in maniera adeguata appunto, senza escludere la necessità di un’integrazione.

Pubblicata il 31/03/2019

Condividi questo articolo

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

CONSERVARE FRUTTA E VERDURA AL MEGLIO

Tra i metodi più conosciuti per conservare frutta e verdura, il più utilizzato consiste nel mettere il cibo in frigorifero. Questo significa ...

Continua a leggere

CIBI SURGELATI, QUALI EVITARE

Diciamoci la verità: i cibi surgelati rappresentano spesso un’ancora di salvezza. E’ la soluzione ideale per preparare qualcosa anche di ...

Continua a leggere

FRUTTA E VERDURA PER UN'ABBRONZATURA PERFETTA

Se cercate i cibi per la tintarella perfetta dovete guardare nei reparti di frutta e verdura. Già, proprio così: frutta e verdura per ...

Continua a leggere

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la ricetta del giorno e tante altre novità

Commenti e voti

Scarica la rivista