Torrone dei morti

Data Pubblicazione: 02/11/2019

Torrone dei morti

Il torrone dei morti è il dolce con il quale, soprattutto a Napoli, si celebra il giorno dedicato ai defunti che cade il 2 novembre. Una ricorrenza particolarmente sentita anche se ufficialmente non è una vera festività (tanto per chiarirci, non è rossa sul calendario). In questo giorno si crede che i morti tornino sulla terra, nelle case abitate da vivi, e si cibino con gli alimenti normalmente consumati da chi è ancora in vita. Ecco allora nascere l’usanza di ‘dolci dei morti’, delizie che vengono scambiate o regalate in tutta Italia il 2 novembre: ogni regione ha il suo dolce, ogni città il suo modo particolare di celebrare questa ricorrenza.

Come nasce l’usanza del torrone dei morti

A Napoli questa usanza si traduce nella ricetta torrone dei morti: si tratta di un morbido dolce, lungo dai 50 ai 70 centimetri, la cui forma ricorda proprio una cassa da morto. A ricordare questa forma è anche il colore del cioccolato con il quale è realizzato: in realtà all’esterno il torrone dei morti può essere decorato a piacimento, tanto è vero che si trova anche bianco. Ma cosa ha di diverso il torrone dei morti ricetta napoletana da quella classica del torrone? Sicuramente alcuni ingredienti: in questo caso, ad esempio, non c’è traccia del miele ma si utilizza il cacao, con nocciole, frutta secca o candida. Come detto il torrone dei morti è l’omaggio destinato ai defunti in vista del loro temporaneo ritorno sulla terra. Una credenza così radicata che un tempo non era raro nelle case dei paesi che circondano il Vesuvio trovare case in cui nella camera più bella veniva allestita una tavola con una cena già pronta: pane, sale, limone e un bicchiere d’acqua che servivano a dare ristoro ai defunti dopo il loro viaggio per ritornare sulla terra.

Pubblicata il 02/11/2019

Condividi questo articolo

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

CONSERVARE FRUTTA E VERDURA AL MEGLIO

Tra i metodi più conosciuti per conservare frutta e verdura, il più utilizzato consiste nel mettere il cibo in frigorifero. Questo significa ...

Continua a leggere

COME PULIRE UNA PADELLA IN GHISA

Pulire la padella in ghisa in modo perfetto è fondamentale per far in modo che tale strumento non si rovini e non si formi la ruggine. Ecco allora ...

Continua a leggere

FAR TORNARE ANTIADERENTE UNA PADELLA CONSUMATA

La padella antiaderente è uno degli strumenti più utilizzati in cucina. Forse non avrebbe bisogno neanche di presentazione, ma comunque la ...

Continua a leggere

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la ricetta del giorno e tante altre novità

Commenti e voti

Scarica la rivista