Drinkopoly, il monopoli per ubriacarsi

Data Pubblicazione: 16/02/2020

Drinkopoly, il monopoli per ubriacarsi

Chi di voi non ha mai giocato a Monopoli? Si tratta forse del gioco da tavolo più conosciuto al mondo che nel corso degli anni ha visto nascere tante varianti, non tutte in linea con lo spirito con cui è stato ideato. L’ultima in ordine di tempo è destinata ad alimentare polemiche e discussioni, anzi a dire il vero già lo sta facendo: si tratta di Drinkopoly, un gioco da tavola ideale per chi vuole sbronzarsi. Destinato soltanto a maggiorenni, come riportato in bella vista sulla scatola, in realtà è facilmente acquistabile anche sul web e negli ultimi tempi è diventato uno dei giochi più apprezzati dagli adolescenti di Napoli, almeno secondo quanto denunciato da un gruppo di genitori.

Come si gioca a Drinkopoly

Il regolamento del gioco non è molto complicato: Drinkopoly, proprio come il suo antenato, prevede il classico percorso da completare con 44 caselle. Queste sono però rappresentate, non da nomi di piazze e vie come nella versione tradizionale, ma da pub e bar. Ogni volta che ci si ferma ad una casella sarà chiesto di sorseggiare una bevanda alcolica. Inoltre sono presenti le classiche caselle speciali con sfide da compiere (in caso contrario, ecco un altro bicchiere da mandare giù). Come nella versione classica, anche in questo caso a vincere sarà il concorrente che completerà per primo il percorso. L’obiettivo però è divertirsi bevendo tanto che lo slogan con il quale si pubblicità è “il gioco che ti annebbierà i ricordi”… non proprio il massimo.
Un gioco che è destinato ad un pubblico maggiorenne ma che, a quanto denunciato, potrebbe entrare facilmente in possesso anche di minorenni. In effetti acquistarlo sul web è estremamente facile e questo genera preoccupazione. Le ultime notizie parlano di una grande diffusione di questo gioco da tavola tra gli adolescenti con tutte le conseguenze del caso.

Condividi questo articolo

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

RISTORANTI, ADDIO CENE

Addio cene al ristorante, almeno per un mese. E’ questo il succo del DPCM firmato ieri da Giuseppe Conte. Un nuovo decreto per chiudere le ...

Continua a leggere

AEREO IN RITARDO: LA MODELLA DEVE MANGIARE LE OSTRICHE

La notizia è di quelle che desta stupore: un aereo in ritardo per consentire ad una viaggiatrice di gustarsi un piatto di ostriche. Vero e assurdo, ...

Continua a leggere

GLI ALIMENTI PIÙ PERICOLOSI

Sono gli alimenti più pericolosi, i cibi che sono risultati più a rischio secondo un’analisi della Coldiretti. Parliamo della Black List dei cibi ...

Continua a leggere

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la ricetta del giorno e tante altre novità

Commenti e voti

Scarica la rivista