Calorie di una ricetta

Data Pubblicazione: 08/10/2020

Calorie di una ricetta

Come calcolare le calorie di una ricetta? La domanda per chi vuole tenere sotto controllo la forma sorge spontanea ma rispondere non è difficile. Prima di farlo però occorre sapere cosa effettivamente sono le calorie. Partiamo proprio da questo: per caloria si intende in generale l’energia che un alimento garantisce all'organismo. Entrando più nello specifico, la calorie è definita chimicamente come la quantità di calore necessaria per aumentare da 14,5°C a 15,5°C la temperatura di un litro d’acqua attraverso una bomba calorimetrica.
Ogni alimento garantisce un determinato quantitativo di calorie che dipende dalla sua composizione in macronutrienti e micronutrienti. In particolare sono i primi a determinare le calorie possedute in un determinato cibo. Ad aiutarci interviene una tabella:

  • Carboidrati: 4 Kcal a grammo
  • Proteine: 4 Kcal a grammo
  • Grassi: 9 Kcal a grammo
Invece i micronutrienti non donano calorie, ma restano comunque fondamentali per la loro capacità di regolazione.

Calorie di una ricetta, la formula per calcolarla

Ma veniamo alla parte centrale di questa rubrica: come calcolare le calorie di una ricetta. Per farlo ci sono due diverse formule da poter applicare. La prima, più semplice, si rifà alle tabelle nutrizionali presenti negli alimenti che acquistiamo. Basterà sommare tutte le calorie presenti (sono solitamente riportate per 100 grammi di prodotto) e quindi fare una semplice proporzione per risalire alle calorie della nostra porzione.
Oltre a ciò possiamo calcolarci le calorie di una ricetta, basandoci sulla presenza dei macronutrienti. In pratica si considera la quantità di macronutrienti presente in ogni ingrediente del nostro piatto e lo si moltiplica per le calorie apportate (quindi 4 per carboidrati e proteine, 9 per i grassi) e si sommano i risultati di ogni ingrediente. A questo punto abbiamo le calorie apportate da 100 grammi di piatto: calcolarci poi quelle presenti nella nostra porzione non sarà difficile. In questo modo sarà possibile sapere se quel particolare piatto va bene per una dieta ipocalorica.

Pubblicata il 08/10/2020

Condividi questo articolo

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

CONSERVARE FRUTTA E VERDURA AL MEGLIO

Tra i metodi più conosciuti per conservare frutta e verdura, il più utilizzato consiste nel mettere il cibo in frigorifero. Questo significa ...

Continua a leggere

COME PULIRE UNA PADELLA IN GHISA

Pulire la padella in ghisa in modo perfetto è fondamentale per far in modo che tale strumento non si rovini e non si formi la ruggine. Ecco allora ...

Continua a leggere

FAR TORNARE ANTIADERENTE UNA PADELLA CONSUMATA

La padella antiaderente è uno degli strumenti più utilizzati in cucina. Forse non avrebbe bisogno neanche di presentazione, ma comunque la ...

Continua a leggere

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la ricetta del giorno e tante altre novità

Commenti e voti

Scarica la rivista