Pulire trota salmonata

Data Pubblicazione: 27/04/2020

Pulire trota salmonata

Come pulire e tagliare la trota salmonata, un pesce di acqua dolce, dal sapore molto delicato e dalle proprietà benefiche per l’organismo con il basso apporto di calorie, grassi e colesterolo. In apparenza si potrebbe essere convinti che pulire la trota salmonata sia un’operazione molto complessa, in realtà è abbastanza semplice seguendo alcuni piccoli accorgimenti.
Prima di pulire la trota salmonataè necessario sceglierne una fresca: per farlo bisogna tenere in considerazione alcune caratteristiche. Si può parlare di un pesce fresco se presenta un occhio acceso con cornea trasparente, una carne soda al tatto e la pelle di colore brillante. Importante anche l’odore che emana il pesce: dovrà essere delicato. In questo caso possiamo acquistare il pesce e dedicarci alla sua pulizia.

Come pulire la trota salmonata

Partiamo con l’attrezzatura necessaria: un coltello e forbici da cucina ci aiuteranno nel pulire la trota salmonata. Proprio con le forbici andiamo ad incidere il ventre del pesce fino ad arrivare alla testa: apriamo con le mani e eliminiamo le interiora, quindi passiamo il pesce sotto un getto di acqua corrente in modo da completare la pulizia. A questo punto la trota salmonata può già essere cucinata, ma si può procedere anche con la sfilettatura.
In questo caso occorrerà adagiare il pesce sul tagliere, quindi tagliare la testa e la coda. Ora procediamo con la lama del coltello lungo il dorso in modo da ottenere il primo filetto. Dividiamo il pesce a metà e stacchiamo la lisca: avremo quindi ottenuto il secondo filetto. Per completare la sfilettatura rimuoviamo la pelle del pesce, aiutandoci ancora una volta con la lama del coltello. A questo punto è tutto pronto per dei filetti di trota salmonata da poter fare seguendo la ricetta prescelta, come la trota salmonata al forno oppure quella in padella.

Condividi questo articolo

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

ALIMENTI E CATTIVO ODORE

Cattivo odore, colpa del cibo. Ci sono alcuni alimenti che possono causare il cattivo odore del corpoe che quindi vanno ad influire in un problema ...

Continua a leggere

MANGIARE UVA FA INGRASSARE: LA FALSA CREDENZA

Settembre è il periodo dell’Uva e resistere al richiamo dei chicchi è troppo difficile. Un sapore irresistibile, un chicco tira l’altro ed ...

Continua a leggere

COSA MANGIARE A SAN GENNARO

Oggi, 19 settembre, è San Gennaro. Festa patronale a Napoli, giorno in cui (uno dei tre all'anno) avviene la liquefazione del sangue del Santo ...

Continua a leggere

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la ricetta del giorno e tante altre novità

Commenti e voti

Scarica la rivista