Pulire il pesce spatola

Data Pubblicazione: 24/06/2020

Pulire il pesce spatola

In questa rubrica vedremo come pulire il pesce spatolae poi come sfilettarlo in maniera molto semplice. Questa specie è caratterizzata da una forma molto particolare: dal corpo sottile e allungato, richiederà qualche attenzione in più quando si va a pulire proprio per le sue caratteristiche. Il pesce bandiera può arrivare fino ai due metri di lunghezza e agli otto chili di peso: una conformazione che renderà un po’ difficile la pulizia, soprattutto per ricavarne i filetti. Al contempo però, la carne è facilmente separabile delle lische: vediamo come fare. Iniziamo con l’eviscerarlo, procedendo con un taglio lungo tutto l’addome: eliminiamo le viscere e sciacquiamolo.

Come pulire il pesce spatola o pesce bandiera

Andiamo quindi ad incidere con un coltello affilato sotto la pinna laterale; rigiriamo il pesce e facciamo lo stesso taglio dall’altro lato per eliminare la testa. Tagliamo quindi anche la coda, poi con il solito coltello andiamo a fare un taglio lungo la pinna dorsale, quindi al centro e lungo la pinna laterale.
E’ arrivato il momento di ricavare i nostri filetti: procediamo dall’interno verso l’esterno e avremo ottenuto il filetto. Ripetiamo l’operazione per l’altro filetto poi rivoltiamo il pesce e ripetiamo il procedimento per ottenere gli altri filetti. Semplice non è vero? Ora non resta anche andare ad eliminare la pelle: basterà passare con un coltello affilato tra polpa e pelle, strappandola via con le dita. Il pesce spatola è pronto per essere cucinato. Possiamo decidere di farlo alla mediterranea oppure seguire la tradizione napoletana con una squisita parmigiana di pesce bandiera. Di ricette ce ne sono diverse e tutte gustose come i filetti di pesce spatola dorati con salvia ananas. Una volta visto come pulire il pesce spatola e come sfilettarlo, scegliete la ricetta e cucinarlo sarà un vero e proprio gioco da ragazzi.

Condividi questo articolo

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

ALIMENTI E CATTIVO ODORE

Cattivo odore, colpa del cibo. Ci sono alcuni alimenti che possono causare il cattivo odore del corpoe che quindi vanno ad influire in un problema ...

Continua a leggere

MANGIARE UVA FA INGRASSARE: LA FALSA CREDENZA

Settembre è il periodo dell’Uva e resistere al richiamo dei chicchi è troppo difficile. Un sapore irresistibile, un chicco tira l’altro ed ...

Continua a leggere

COSA MANGIARE A SAN GENNARO

Oggi, 19 settembre, è San Gennaro. Festa patronale a Napoli, giorno in cui (uno dei tre all'anno) avviene la liquefazione del sangue del Santo ...

Continua a leggere

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la ricetta del giorno e tante altre novità

Commenti e voti

Scarica la rivista