Fichi secchi

Data Pubblicazione: 30/12/2019

Fichi secchi

I fichi secchi sono il prodotto dell’essicazione del fico. Parliamo quindi dell’infruttescenza cava della pianta di fico, albero che arriva dall’Asia occidentale: i fischi possono presentare una colorazione che varia dal verde al violaceo e al loro interno presentano dei piccolissimi fiori. Il periodo della raccolta va da giugno a ottobre e la produzione è molto abbondante: proprio per questo solitamente una parte del raccolto è destinata all’essicazione. I fichi migliori per essere essiccati sono quelli raccolti al giusto grado di maturazione, non troppo duri ma neanche eccessivamente morbidi.
Solitamente i fichi secchi vengono fatti in maniera naturale quando le temperature ancora lo consentono. Vediamo come fare i fichi secchi: si procede quindi con il taglio a metà (nel senso della lunghezza) dei fichi, non separandoli completamente. Si dispongono quindi su una griglia con l’apertura verso l’alto e si coprono con una garza per evitare che vengano attaccati dagli insetti. Quindi si lasciano al sole per tre giorni, rigirandoli ogni 4 ore e rientrandoli al coperto di notte. I fichi secchi saranno pronti quando presenteranno una buccia rugosa e non uscirà liquido alla pressione con un dito.

Fichi secchi, proprietà

Per i fichi secchi calorienon sono poche: in 100 grammi ne troviamo 249. Ricchi di carboidrati, hanno un elevato contenuto di zuccheri e un livello basso di grassi e proteine. Ottima la presenza di fibre che rendono i fichi adatti a regolarizzare l’attività intestinale: proprio per questo sono indicati contro la stipsi. Ricchi anche di sali minerali, quali calcio, potassio, ferro e magnesio, presentano una buona quantità di vitamine A e C. Frutto particolarmente digeribile, è indicato anche per chi è intollerante al glutine e al lattosio.

Come conservare i fichi secchi

Dopo aver visto come fare i fichi secchi, vediamo anche come conservarli: basterà tenerli in un contenitore a chiusura ermetica e in un luogo fresco. In questo modo resistono fino a 12 mesi. Possibili anche conservarli in frigorifero o in freezer.

Varietà di preparazione dei fichi secchi

In cucina i fichi secchi possono essere serviti così come sono ma anche diventare un ingrediente per gustose ricette, sia dolci che salate. Nel primo caso possiamo segnalare i muffin ai fichi secchi, nel secondo caso i gustosi crostini con prosciutto crudo e fichi secchi, ma di ricette se ne possono trovare davvero in grande quantità.

Condividi questo articolo

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

ERRORI A CENA CHE ROVINANO IL SONNO

Gli errori a cena possono compromettere anche il sonno. Non è certo una novità che quello (e come) si mangia la sera può andare ad incidere sulla ...

Continua a leggere

ERNIA IATALE

L’ernia iatale è una patologia che riguarda l’apparato digerente. In particolare si verifica quando lo stomaco passa dall’addome al torace ...

Continua a leggere

BOTULISMO

Con il termine di botulismo si indica una intossicazione causata dalle tossine prodotte dal batterio Clostridium botulinum. Si tratta di un ...

Continua a leggere

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la ricetta del giorno e tante altre novità

Commenti e voti

Scarica la rivista