I cibi amari fanno bene

Data Pubblicazione: 30/09/2020

I cibi amari fanno bene

Non sono molto apprezzati, se avviene un incontro casuale quasi si fugge via, eppure i cibi amari fanno bene. A dirlo è la scienza che li considera addirittura degli alimenti allunga vita. Il segreto sta nella loro ricchezza di antiossidanti ma anche negli effetti detox e nelle proprietà antinfiammatorie. Tutto contenuto nel loro sapore per molti così sgradevole. L’amaro non piace per una questione di evoluzione: l’associazione è, infatti, con sostanze nocive che quindi erano evitate dall’uomo. Così, l’amaro ha perso sempre più centralità nell’alimentazione umana, eppure questa tendenza sarebbe da invertire.
Il motivo è nelle proprietà benefiche contenute nei cibi amari. Studi recenti hanno messo in evidenza il loro essere elisir di lunga vita: in particolare gli alimenti amari avrebbero effetti positivi sulla salute umana, mentre il fatto che sia poco gradito sarebbe soltanto un falso mito. Questo perché alcune ricerche hanno dimostrato come la sensibilità all’amaro sia dovuta a fattori genetici. Così esisterebbero delle persone non taster, cioè che non percepiscono affatto il sapore amaro; poi i medium taster che lo percepiscono in maniera normale; infine, i super taster che sarebbero ipersensibili a questo gusto. Ecco allora che soltanto in quest’ultimo caso i cibi amari sarebbero mal visti dagli uomini.

I cibi amari che fanno bene all’uomo

Ma quali sono i cibi amari da provare? Stiliamo un elenco di quelli che fanno bene al nostro organismo, gli alimenti con le proprietà migliori. Partiamo quindi con il cavolfiore: abbassa i livelli della pressione arteriosa, ha proprietà antitumorali e fa bene al cuore. C’è poi il ravanello: ottimo per proteggere dal rischio di ictus, depurativo, aiuta il sonno e assicura un carico di vitamine C. Tra i cibi amari che fanno bene c’è anche la rucola, in passato considerata afrodisiaca, e il carciofo, ottimo per abbassare i livelli di colesterolo. Nella lista dobbiamo poi aggiungere l’olio extravergine di oliva, le cui proprietà non vanno certe ricordate, e il pompelmo.

Condividi questo articolo

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

RISTORANTI, ADDIO CENE

Addio cene al ristorante, almeno per un mese. E’ questo il succo del DPCM firmato ieri da Giuseppe Conte. Un nuovo decreto per chiudere le ...

Continua a leggere

AEREO IN RITARDO: LA MODELLA DEVE MANGIARE LE OSTRICHE

La notizia è di quelle che desta stupore: un aereo in ritardo per consentire ad una viaggiatrice di gustarsi un piatto di ostriche. Vero e assurdo, ...

Continua a leggere

GLI ALIMENTI PIÙ PERICOLOSI

Sono gli alimenti più pericolosi, i cibi che sono risultati più a rischio secondo un’analisi della Coldiretti. Parliamo della Black List dei cibi ...

Continua a leggere

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la ricetta del giorno e tante altre novità

Commenti e voti

Scarica la rivista