Pulire la cernia

Data Pubblicazione: 03/04/2020

Pulire la cernia

Dalla carne delicata e pregiata, la cernia è uno dei pesci più apprezzati in ambito alimentare. Tra i vantaggi della cernia c’è anche l’assenza di lische, cosa che facilita non di poco l’operazione di pulizia. Ad ogni modo, quando si acquista, se non ha provveduto a farlo già il vostro pescivendolo di fiducia, occorre pulire la cernia. Come fare? L’operazione è, ovviamente, simile a quella necessaria con altri tipi di pesce: quindi ci servirà munirci di un coltello senza seghette, un paio di forbici e posizionarci nei prezzi del lavello, visto che servirà acqua corrente.

Come pulire la cernia

Altra cosa importante è sapere che tipo di ricetta vogliamo preparare con la cernia: ci servirà intera o a filetti? Ovviamente tra la prima e la seconda scelta cambierà un po’ l’operazione di pulizia. Ad esempio possiamo realizzare un primo piatto delizioso come i vermicelli con la cernia o un altro primo, decisamente più raffinato: i ravioli con borraggine e cernia.
Ricetta scelta? Ed allora niente più vi separa dal dover pulire la cernia: iniziamo con il tagliare longitudinalmente il ventre del pesce, così da poter eliminare le viscere. Passiamolo quindi sotto un getto con acqua corrente e sciacquiamolo attentamente. Ora prendiamo le forbici ed eliminiamo le pinne. E’ il momento di desquamare la nostra cernia, forze il passaggio un po’ più scocciante ma che va fatto con meticolosità: aiutandoci con il solito coltello senza seghette, grattiamo la superficie del pesce in direzione opposta rispetto alla crescita delle squame. Completata l’operazione da entrambi i lati, ripassiamo la cernia sotto un getto di acqua corrente per sciacquarla. A questo punto abbiamo visto come pulire la cernia: ora non resta che procedere con il preparare la ricetta scelta. Ricordatevi che la cernia può essere conservata in frigorifero per non più di un paio di giorni oppure congelata.

Condividi questo articolo

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

ALIMENTI E CATTIVO ODORE

Cattivo odore, colpa del cibo. Ci sono alcuni alimenti che possono causare il cattivo odore del corpoe che quindi vanno ad influire in un problema ...

Continua a leggere

MANGIARE UVA FA INGRASSARE: LA FALSA CREDENZA

Settembre è il periodo dell’Uva e resistere al richiamo dei chicchi è troppo difficile. Un sapore irresistibile, un chicco tira l’altro ed ...

Continua a leggere

COSA MANGIARE A SAN GENNARO

Oggi, 19 settembre, è San Gennaro. Festa patronale a Napoli, giorno in cui (uno dei tre all'anno) avviene la liquefazione del sangue del Santo ...

Continua a leggere

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la ricetta del giorno e tante altre novità

Commenti e voti

Scarica la rivista