Come pulire le trote

Data Pubblicazione: 08/02/2019

Come pulire le trote

Come pulire le trote? La trota è uno dei pesci che più frequentemente arriva in tavola, dietro però c’è un lavoro fatto anche di pazienza e mani esperti. Le trote sono di diverse specie che si differenziano tra di loro: ad esempio la trota salmonata è caratterizzata dal colore che ricorda quello del salmone. Ma ci stiamo allontanando dall’obiettivo: come pulire le trote appena pescate?

Come pulire le trote e sfilettarle

Gli strumenti da utilizzare sono quelli classici: forbici e coltello. Con le prime procediamo ad eliminare le interiora: facciamo quindi un’incisione sul ventre che va dalla pinna anale fin sotto la testa. Apriamo il corpo della trota e con le mani tiriamo via le interiora. Ora laviamo con attenzione il pesce per eliminare eventuali residui. La trota a questo punto può già essere cucinata magari al forno o alla griglia, ricette nelle quali è preferibile cuocerla intera e poi sfilettarla dopo cotta.

Per altre ricette però è necessario sfilettare la trota cruda. In una guida su come pulire le trote non può quindi mancare un passaggio su come si sfilettano. In questo caso viene in aiuto un coltello dalla lama sottile e soprattutto flessibile. Adagia la trota su un tagliere e con il coltello incidi la testa per tagliare le carni: la testa non deve essere staccata, serve però un taglio netto fino ad arrivare alla colonna vertebrale. Ora si procede con un’incisione lungo la colonna vertebrale con lama che deve seguire le lische senza però toccarle: il primo filetto è pronto. Ora si procede con il secondo, ripetendo l’operazione dal lato opposto. A questo punto si possono eliminare, aiutandosi magari con una pinzetta, le lische rimanenti. Poi si può eliminare la pelle partendo dalla coda. I filetti di trota sono ora pronti ad essere cucinati, scegliendo una ricetta a vostro piacimento.

Condividi questo articolo

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

ALIMENTI E CATTIVO ODORE

Cattivo odore, colpa del cibo. Ci sono alcuni alimenti che possono causare il cattivo odore del corpoe che quindi vanno ad influire in un problema ...

Continua a leggere

MANGIARE UVA FA INGRASSARE: LA FALSA CREDENZA

Settembre è il periodo dell’Uva e resistere al richiamo dei chicchi è troppo difficile. Un sapore irresistibile, un chicco tira l’altro ed ...

Continua a leggere

COSA MANGIARE A SAN GENNARO

Oggi, 19 settembre, è San Gennaro. Festa patronale a Napoli, giorno in cui (uno dei tre all'anno) avviene la liquefazione del sangue del Santo ...

Continua a leggere

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la ricetta del giorno e tante altre novità

Commenti e voti

Scarica la rivista