Come pulire il cavolo nero

Data Pubblicazione: 02/11/2018

Come pulire il cavolo nero

Variante di quello tradizionale, come pulire il cavolo nero? La domanda può apparire banale ma in realtà non lo è visto che questa variante ha una forma diversa dalle altre. Il cavolo nero, infatti, somiglia come forma ad una palma: le sue foglie sono grandi, con una costola centrale, dal grande spessore e di consistenza dura. Di colore verde scuro, sono caratteristiche alcune sfumature di blu, così come la superficie arricciata. Occhio quando si va a scegliere il cavolo nero al momento dell’acquisto: le foglie di colore verdi indicano che il cavolo è fresco; se sono con macchie o se il loro colore tende al giallo, meglio evitare di acquistarlo, in quanto è un’indicazione chiara sul fatto che il cavolo non è fresco.

Come pulire il cavolo nero: con o senza sbrucchiatura

Ma dobbiamo vedere come pulire il cavolo nero ed allora ecco il procedimento completo: partiamo dalle foglie esterne che si trovano intorno al gambo, eliminiamo quelle molli e danneggiate. Ora possiamo preservare la costa centrale oppure rimuoverla: nel primo caso possiamo procedere a tagliare le foglie in piccoli pezzi e poi lavarli in acqua fredda prima di cuocerli (occhio che il tempo di cottura sarà molto lungo). In alternativa possiamo procedere con la sbrucchiatura che prevede la rimozione della costa centrale: impugniamo la foglia tenendo la mano sinistra intorno alla costola, poi con la destra afferriamo la foglia dalla base e la tiriamo verso l’alto stringendo il pugno intorno alla costola. Così facendo, la costola resterà nella mano sinistra, mentre la parte verde in quella destra. Procedimento alternativo è adagiare una foglia sul tagliere e andare ad incidere con un coltello lungo tutta la costa centrale e quindi eliminarla. Completato questo passaggio, con o senza sbrucchiatura, possiamo lavare le foglie con acqua corrente e poi asciugarle tamponando con carta assorbente. Poi possiamo tagliarle, anche due o tre alla volta: arrotoliamole sul tagliere e tagliamole a striscioline poi cuociamole come prevede una delle ricette con il cavolo nero.

Condividi questo articolo

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

PASQUA SENZA AGNELLO E CAPRETTO

Niente agnello e capretto: Pasqua 2020 sarà decisamente particolare, anche in cucina. Già perché l’isolamento che in Italia andrà avanti almeno ...

Continua a leggere

PESCE DI APRILE, SCHERZI IN CUCINA

Attenti agli scherzi oggi: è il 1 aprile, giornata conosciuta anche come quella dei pesci di aprile. Tradizione vuole che in questa giornata la ...

Continua a leggere

ALIMENTI RICCHI DI FOSFORO

La memoria è fondamentale e occorre allenarla e prendersene cura. Importante anche l’alimentazione ed in particolare gli alimenti ricchi di ...

Continua a leggere

Commenti e voti

Scarica la rivista