Cavolo nero

Data Pubblicazione: 01/11/2018

Cavolo nero

Varietà del cavolo, la Brassica oleracea L. varietà acephala è conosciuta con il nome di cavolo neroo toscano. A differenziarlo dalle altre varietà, sono le sue foglie: molto lunghe e di colore verde scuro, hanno una forma appuntita e sono rugose; inoltre questo tipo di cavolo non presenta la testa centrale. Il cavolo nero è una pianta invernale che cresce soprattutto in occasioni di gelate che lo rendono ancora più gustoso. In Italia cresce soprattutto in Toscana, da qui il nome, ma può essere trovato anche nel resto del Nord.

Proprietà del cavolo nero e valori nutrizionali

Diamo uno sguardo alle proprietà del cavolo nero: possiamo dire in linea di massima che non c’è differenza rispetto alle altre varietà di cavolo dal punto di vista nutrizionale. Ricco di antiossidanti, presenta una discreta quantità di vitamine (A, C e K) e di sali minerali (soprattutto potassio, fosforo, ferro, calcio e zolfo). Da segnalare il limitato apporto calorico che lo rende molto indicato in caso di dieta: 100 grammi di cavolo nero, infatti, garantiscono circa 30 Kcal. Le proprietà di questa pianta sono molte: ad esempio è conosciuta come un efficace antitumorale, mentre consumato come decotto permette di combattere l’asma e la bronchite. Ma non è tutto: sembri che migliori anche l’umore. Infine, la presenza di fibre (4g ogni 100 g) la rende indicata per chi soffre di stipsi. Per concludere questo aspetto, a livello di macronutrienti, il cavolo nero contiene: 5% di carboidrati, 3%di proteine, 0,5% di grassi.

Cenni storici

Una curiosità arriva dall'utilizzo in passato del cavolo nero come antidolorifico. In epoca antica, infatti, si era soliti applicare sulla parte del corpo che face male, un frullato di foglie di cavolo nero che faceva svanire il dolore.

Varietà di preparazione in cucina

Vediamo allora quali sono le ricette con cavolo nero. Per prima cosa occorre sapere come cucinare il cavolo nero: si possono, infatti, mangiarne le foglie che possono essere bollite o passate in padella. Per quanto riguarda il cavolo nero ricette tipiche sono la ribollita oppure risotti o anche le minestre. Ma non si può non citare la zuppa di cavolo nero. Ma non solo piatti caldi: si possono, infatti, usare le sue foglie a crudo nelle insalate, soprattutto se vi piacciono i sapori un po’ più forti.

Condividi questo articolo

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

CONSERVARE FRUTTA E VERDURA AL MEGLIO

Tra i metodi più conosciuti per conservare frutta e verdura, il più utilizzato consiste nel mettere il cibo in frigorifero. Questo significa ...

Continua a leggere

CIBI SURGELATI, QUALI EVITARE

Diciamoci la verità: i cibi surgelati rappresentano spesso un’ancora di salvezza. E’ la soluzione ideale per preparare qualcosa anche di ...

Continua a leggere

FRUTTA E VERDURA PER UN'ABBRONZATURA PERFETTA

Se cercate i cibi per la tintarella perfetta dovete guardare nei reparti di frutta e verdura. Già, proprio così: frutta e verdura per ...

Continua a leggere

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la ricetta del giorno e tante altre novità

Commenti e voti

Scarica la rivista