Latte scremato

Data Pubblicazione: 22/01/2020

Latte scremato

Con il termine latte scremato si intende un latte in cui la porzione grassa è totalmente eliminata. Per il tipo di scrematura è importante conoscere la percentuale di grasso che viene separato e quella, invece, residua rimasta nel prodotto. Così nel parzialmente scremato il residuo di grassi è tra l’1,5 e il 2%, mentre quando sono totalmente allontanati, il residuo si aggira intorno allo 0,3%.
Come si ottiene la scrematura? Ebbene il latte è centrifugato, grazie ad apposite macchine, ad una temperatura di 55°C. Separata la panna (sarebbe la parte grassa del latte), questa è rimossa e impiegata poi per la realizzazione di burro, panna appunto e creme.

Proprietà latte scremato

La differenza tra latte intero e scremato, quindi, è soprattutto relativa alla presenza di grasso: il procedimento messo in atto porta ad alcune altre differenze tra i due tipi di latte. Quello intero ha un gusto migliore , ma è meno digeribile rispetto al latte scremato; quest’ultimo presenta inoltre meno calorie (34 Kcal contro le 60 Kcal ogni 100 g di quello intero).
Da contraltare, il latte scremato ha meno vitamine liposolubili, con la vitamina D che è quasi completamente assente: questo perché la vitamina D è legata alla frazione lipidica che nello scremato è, come abbiamo visto, eliminata. Ecco quindi che, in alcuni casi, il latte scremato viene addizionato con le vitamine mancanti, soprattutto nel caso sia destinato ai bambini.
La composizione nutrizionale fa di questo latte un alleato per combattere alcune patologie: è indicato, ad esempio, per chi soffre di colesterolo, così come per chi ha problemi di gastrite. Inoltre è adatto anche a chi segue una dieta ipocalorica e può essere inserito nell’alimentazione dei bambini. Tra i benefici, anche quelli verso i muscoli, come del resto tutti gli alimenti proteici, in quanto fa sviluppare la massa magra. Tra le controindicazioni latte scremato, troviamo invece: stitichezza, gonfiore, minor assorbimento di calcio (vista l’assenza della vitamina D). Inoltre alcuni studi hanno messo in relazione il consumo di latte scremato con l’insorgere di infertilità femminile.
Valori nutrizionali 100 grammi latte scremato
  • Kcal 34
  • Proteine 3,37 g
  • Carboidrati 4,96 g
  • Zuccheri 5,09 g
  • Grassi 0,08 g
  • Saturi 0,051 g
  • Monoinsaturi 0,021 g
  • Polinsaturi 0,003 g
  • Colesterolo 2 mg
  • Fibra alimentare 0 g
  • Sodio 42 mg
  • Alcol 0 g

Varietà di preparazioni in cucina

Ovviamente il latte scremato in cucina può essere utilizzato tranquillamente al posto del latte intero: quindi è utile per la preparazione di torte, ma anche della besciamella e tutte quelle ricette che prevedono il latte tra gli ingredienti.

Condividi questo articolo

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

MIGLIOR GELATO CONFEZIONATO

Non è certo come il gelato artigianale e sicuramente non ha le proprietà di uno fatto in casa, ma resistere ad un gelato confezionato è difficile. ...

Continua a leggere

IL COCCO FA INGRASSARE?

E’ il frutto della spiaggia, quello da gustare in riva al mare: ma il cocco fa ingrassare? Domanda ovvia perché con sole, mare e belle giornate ...

Continua a leggere

ANGURIA, I TRUCCHI PER SCEGLIERLA

Una vecchia canzone napoletana recita ‘se il melone è uscito bianco, con chi te la vuoi prendere?’. Il riferimento è al matrimonio che non si ...

Continua a leggere

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la ricetta del giorno e tante altre novità

Commenti e voti

Scarica la rivista