Come congelare il brodo vegetale

Data Pubblicazione: 10/02/2018

Come congelare il brodo vegetale

In tempi di grande freddo, il piacere che si ha nel godersi un buon piatto di brodo è ineguagliabile. Peccato però che la ricetta richieda molto tempo: come fare a unire il gusto del brodo con la fretta di tutti i giorni? Semplice: basta congelare il brodo! Se vi state domandando se il brodo vegetale si può congelare, toglietevi ogni dubbio: la risposta è sì! Ed è una possibilità concessa per ogni tipo di brodo. Il metodo migliore per tenere pronto il brodo in casa e tirarlo fuori quando il freddo si fa sentire e la voglia di qualcosa di caldo e saporito inizia a farsi strada è proprio congelarlo.

Congelare il brodo: quali contenitori usare

Certo occorre sapere come congelare il brodo vegetale, ma non è certo impresa per menti eccelse. Basterà seguire qualche piccola accortezza e il vostro piatto di brodo potrà conservarsi nel freezer ed essere pronto quando ne avrete voglia. In questo modo la durata della conservazione sarà molto più lunga di quando tenete il brodo semplicemente in frigo. In quest’ultimo caso, infatti, in un paio di giorni andrà consumato.

Se, invece, volete conservarlo anche per qualche settimana, vediamo il metodo migliore. Per congelare il brodo può bastare anche la semplice vaschetta dove di solito fate i cubetti di ghiaccio. Con un mestolo riempiete a metà le vaschette e tenetele in frigorifero: così si avranno mini porzioni che possono anche essere utilizzate semplicemente per dare sapore a qualche vostra ricetta. Un’alternativa è rappresentata dalle bustine di plastica per fare il ghiaccio. Anche queste possono essere una soluzione per congelare il brodo. Ma è possibile utilizzare anche bottiglie di plastica o i contenitori per freezer: soluzioni ideali per chi vuole avere una discreta quantità di brodo pronta all’uso. Ovviamente bisognerà tirare fuori il contenitore dal congelatore in tempo per poi usarlo. Questo metodo non vale soltanto per quello vegetale, ma anche per il brodo di carne o di pollo.

Condividi questo articolo

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

IL PARMIGIANO FA MALE? L'ALLARME DELL'OMS E IL PARAGONE CON LE SIGARETTE

Il parmigiano fa male: è l’allarme lanciato dall’OMS che avrebbe inserito il noto formaggio italiano tra i prodotti che possono nuocere ...

Continua a leggere

I 5 ALIMENTI DA NON RISCALDARE MAI

Non capita di rado che avanzi qualche alimento da pranzo e si metta da parte per riscaldarlo poi il giorno successivo. Attenzione però: alcuni cibi, ...

Continua a leggere

BUON APPETITO: PERCHÉ NON VA DETTO PER IL GALATEO

E’ una delle domanda che spesso escono fuori quando si parla di galateo: perché non è corretto augurare buon appetito all’inizio di un pasto? ...

Continua a leggere

Lascia un commento

Scarica la rivista