Pulire la lavanda

Data Pubblicazione: 20/04/2020

Pulire la lavanda

Pulire la lavandaper poterla utilizzare in cucina in numerose e profumate ricette. Già perché questa pianta ha un aroma e un profumo molto intenso, ideale – ad esempio – per la preparazione di dolci ma non solo. Prima di poterla però utilizzare in cucina, occorre ovviamente sapere come si pulisce: per prima cosa occorre sapere che di questa pianta possiamo utilizzare due parti, le foglie e i fiori. Le prime dal sapore molto più delicato, i secondi con un aroma molto più intenso e quindi vanno utilizzati con moderazione.

Pulire la lavanda fresca o essiccata

Nel caso dei fiori, il loro utilizzo in cucina è solitamente correlato a piatti dolci e per attenuare il loro profumo è preferibile stemperarlo in latte tiepido per qualche minuto: si avrà così un aroma più delicato, mentre il latte non andrà buttato via ma usato per impastare. Le foglie, invece, sono ottime per ricette salate: ad esempio tritate possono andare ad insaporire un gustoso risotto, rendendo questo piatto davvero particolare.
Oltre che fresca, la lavanda può anche essere utilizzata in cucina come infuso: il risultato saranno delle tisane o uno sciroppo alla lavanda che garantiscono grandi proprietà benefiche. La pianta, infatti, è conosciuta come un potente rilassante: riduce l’ansia, migliora l’umore, con il suo effetto antidepressivo, ma è anche un rimedio per sintomi come cefalea, nevralgia e palpitazioni. Un vero toccasana che può essere coltivato anche da sé, oltre che acquistato.
Abbiamo quindi visto come utilizzare la lavanda in cucina: fresca, fiori o foglie, essiccata. Possibile anche essiccarla in casa: per farlo occorre procedere però in maniera molto rapida una volta raccolta (al mattino presto!); si creano dei mazzetti con gli steli e li si appendono a testa in giù in un luogo fresco e all’ombra; quindi bisogna attendere che la lavanda si secchi.

Condividi questo articolo

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

ERRORI A CENA CHE ROVINANO IL SONNO

Gli errori a cena possono compromettere anche il sonno. Non è certo una novità che quello (e come) si mangia la sera può andare ad incidere sulla ...

Continua a leggere

ERNIA IATALE

L’ernia iatale è una patologia che riguarda l’apparato digerente. In particolare si verifica quando lo stomaco passa dall’addome al torace ...

Continua a leggere

BOTULISMO

Con il termine di botulismo si indica una intossicazione causata dalle tossine prodotte dal batterio Clostridium botulinum. Si tratta di un ...

Continua a leggere

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la ricetta del giorno e tante altre novità

Commenti e voti

Scarica la rivista