Radicali liberi

Data Pubblicazione: 14/08/2019

Radicali liberi

Radicali liberi, cosa sono e perché dobbiamo liberarcene? Se ne sente parlare spesso ma non sempre si conoscono veramente: i radicali liberi sono molecole o atomi a cui manca un elettrone. Proprio per questo cercano di ‘rubarlo’ ad un altro atomo in modo da ristabilire l’equilibrio: così facendo però portano alla comparsa di un altro radicale libero, dando vita a quale che è chiamata ossidazione a catena.
Come scoperto per primo da Denham Harman nel 1956, i radicali liberi sono responsabili dell’invecchiamento ma sono anche difficili da combattere: la loro formazione deriva dal semplice respirare e mangiare. Come fare quindi? Se sappiamo ora cosa sono i radicali liberi, ci tocca conoscere anche quali strategie è possibile attuare per rallentare la loro formazione: detto che non possiamo certo decidere di non mangiare o non respirare, esistono alcune abitudini di vita e alimentari che potremmo cambiare.

Come combattere i radicali liberi

Il fumo in primo luogo, poi lo stress e, in campo alimentare, grassi e proteine alimentari: ecco il poker da evitare il più possibile per limitare i radicali liberi. Questi portano danni al DNA in quanto capaci di portare a mutazioni genetiche su vasta scala, producendo un invecchiamento precoce delle cellule. Inoltre sono coinvolti anche in tumori, malattie degenerative e altre patologie.
Per combatterli giocano un ruolo di primo piano gli antiossidanti e qui entra in gioco l’alimentazione: esistono alcuni alimenti, infatti, che ne sono ricchi. Tè verde, melograno, cereali, noci, fagioli ma anche latte di capra o pecora. Sicuramente per combattere i radicali liberi è fondamentale seguire una dieta equilibrata: bisogna preferire frutta e verdura crude, limitare i grassi e gli alimenti ricchi di proteine. Poi entra in gioco lo stile di vita: serve un’attività fisica regolare e non eccessiva. Potrebbe bastare una passeggiata dopo pranzo, visto che camminare con lo stomaco pieno aiuta la stabilizzazione dei radicali liberi e ne impedisce il moltiplicarsi.

Pubblicata il 14/08/2019

Condividi questo articolo

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

CONSERVARE FRUTTA E VERDURA AL MEGLIO

Tra i metodi più conosciuti per conservare frutta e verdura, il più utilizzato consiste nel mettere il cibo in frigorifero. Questo significa ...

Continua a leggere

COME PULIRE UNA PADELLA IN GHISA

Pulire la padella in ghisa in modo perfetto è fondamentale per far in modo che tale strumento non si rovini e non si formi la ruggine. Ecco allora ...

Continua a leggere

FAR TORNARE ANTIADERENTE UNA PADELLA CONSUMATA

La padella antiaderente è uno degli strumenti più utilizzati in cucina. Forse non avrebbe bisogno neanche di presentazione, ma comunque la ...

Continua a leggere

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la ricetta del giorno e tante altre novità

Commenti e voti

Scarica la rivista