Ora legale, attenzione a insonnia e nervosismo

Data Pubblicazione: 28/03/2020

Ora legale, attenzione a insonnia e nervosismo

L’ora X scatterà questa notte, alle 2 del mattino che diventeranno le 3: arriva anche nel 2020 l’ora legale e ciò significa come al solito un’ora di sonno in meno, ma anche giornate più lunghe. Il 29 marzo 2020 dovremo quindi risistemare le lancette e dire arrivederci all’ora solare che ritornerà a fine ottobre, precisamente il 25 quando terminerà il periodo dell’ora legale.
Un periodo di tempo della durata di sette mesi che solitamente significa anche un risparmio energetico, anche se quest’anno con l’emergenza coronavirus e lo stare tutti quanti in casa questa riduzione sarà meno marcata.

L’ora solare, occhio a insonnia e nervosismo

Ovviamente spostare in avanti le lancette ha conseguenze anche sul nostro organismo: non è un segreto che i giorni immediatamente successivi all’introduzione dell’ora legale si accusano gli stessi fastidi di quando si cambia il fuso orario. Una sorta di jet lag con sintomi come insonnia, stanchezza, nervosismo compaiono anche se in maniera più blanda, considerato lo sbalzo soltanto di un’ora. In particolare l’insonnia è dovuta al fatto che con meno tempo al buio si ha una minore produzione di melatonina, stimolata proprio alla mancanza di luce. Ecco allora che per provare ad avvertire il meno possibile il cambio di orario è possibile cercare di creare maggiore oscurità, ma è importante anche il cibo: prima di addormentarsi occorrerà evitare cibi pesanti o bevande particolare contenenti, ad esempio, alcol o caffeina. Il tutto in attesa di quel che accadrà nel 2021 quando la Commissione Europea ha stabilito che non dovrà esserci più un cambio di orario, lasciando però libertà di scelta a tutti i Paesi dell’Unione. Così il rischio è di ritrovarsi paesi che seguono l’ora legale e altri fissi su quella solare. Intanto non ci resta che ricordarci questa notte di spostare le lancette in avanti: dalle 2 alle 3, sperando di non perdere troppo sonno.

Condividi questo articolo

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

RISTORANTI, ADDIO CENE

Addio cene al ristorante, almeno per un mese. E’ questo il succo del DPCM firmato ieri da Giuseppe Conte. Un nuovo decreto per chiudere le ...

Continua a leggere

AEREO IN RITARDO: LA MODELLA DEVE MANGIARE LE OSTRICHE

La notizia è di quelle che desta stupore: un aereo in ritardo per consentire ad una viaggiatrice di gustarsi un piatto di ostriche. Vero e assurdo, ...

Continua a leggere

GLI ALIMENTI PIÙ PERICOLOSI

Sono gli alimenti più pericolosi, i cibi che sono risultati più a rischio secondo un’analisi della Coldiretti. Parliamo della Black List dei cibi ...

Continua a leggere

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la ricetta del giorno e tante altre novità

Commenti e voti

Scarica la rivista