Il microonde fa male? la risposta della scienza

Data Pubblicazione: 12/09/2018

Il microonde fa male? la risposta della scienza

Da quando è entrato nelle case degli italiani, il dubbio si è fatta strada: il microonde fa male? La sua diffusione è stata molto capillare negli ultimi anni: a partire dal Duemila il forno a microonde è diventato una presenza fissa nelle cucine degli italiani. Ma non mancano i dubbi sugli effetti sull’organismo umano e così è cresciuta – al pari della sua diffusione – anche la voglia di chiarezza e di sapere se realmente il microonde fa male.
Per rispondere a questa domanda occorre prima di tutto conoscere il funzionamento del microonde. Questo tipo di forno riscalda gli alimenti tramite radiazioni. In particolare è l’interazione tra acqua e grassi degli alimenti e i campi elettromagnetici generati dal forno a far cuocere il cibo. Proprio per questo motivo la cottura parte dall’interno, dove c’è maggior presenza di acqua e grassi, e va verso l’esterno, il contrario di ciò che accade nei metodi di cottura tradizionali.

Il forno microonde fa male? Controindicazioni e vantaggi


Ed ora affrontiamo il tema principale: il forno a microonde fa male? Il dubbio nasce sapendo che la cottura avviene tramite radiazioni: sono pericolose per la salute umana? In linea di massima no: sono, infatti, radiazioni non in grado di interagire con il DNA. Quelle del microonde, infatti, sono radiazione non ionizzanti e a bassa energia che non sono in grado di causare mutazioni genetiche.
Quindi nessun pericolo per le radiazioni, ma il forno microonde può far male in un altro senso. Ad esempio può generare infezioni o intossicazioni alimentari per due fattori: le temperature raggiunte e i tempi di cottura brevi. Due variabili che portano alla possibilità che i batteri presenti nei cibi non vengano uccisi come accade, invece, di solito nelle cotture tradizionali. Un pericolo che riguarda soltanto determinati alimenti non freschi conservati per più giorni in frigorifero. Al di là del il microonde fa male o meno, attenzione comunque a non abusarne visto che le molecole generate dal suo utilizzo potrebbero anche portare ad effetti negativi sul lungo periodo. Per utilizzarlo in sicurezza, seguite i cinque consigli per cuocere i cibi al meglio in microonde.

Pubblicata il 12/09/2018

Condividi questo articolo

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

CONSERVARE FRUTTA E VERDURA AL MEGLIO

Tra i metodi più conosciuti per conservare frutta e verdura, il più utilizzato consiste nel mettere il cibo in frigorifero. Questo significa ...

Continua a leggere

COME PULIRE UNA PADELLA IN GHISA

Pulire la padella in ghisa in modo perfetto è fondamentale per far in modo che tale strumento non si rovini e non si formi la ruggine. Ecco allora ...

Continua a leggere

FAR TORNARE ANTIADERENTE UNA PADELLA CONSUMATA

La padella antiaderente è uno degli strumenti più utilizzati in cucina. Forse non avrebbe bisogno neanche di presentazione, ma comunque la ...

Continua a leggere

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la ricetta del giorno e tante altre novità

Commenti e voti

Scarica la rivista