Dieta ayurvedica

Data Pubblicazione: 17/10/2020

Dieta ayurvedica

Quando parliamo di Dieta Ayurvedica non parliamo di una semplice dieta ma di un regime di alimentazione sana, nato con lo scopo di manenere l’equilibrio di una persona. In tale modello di alimentazione troviamo tre dosha, cioè attributi che appartengono ad un determinato tipo di persona: questi dipendano da alcuni aspetti come composizione corporea, carattere ed elemento predominante. I tre dosha sono Vata (solitamente persone magre che soffrono problemi di digestione), Pitta (persone di costituzione media, con buon appetito ma che soffrono spesso di infiammazioni) e Kapha (faticano a perdere peso e hanno problemi di stipsi).

Dieta Ayurvedica, alimenti consentiti e vietati

La dieta ayurvedica prevede un diverso tipo di dieta in base al proprio dosha e anche delle linee guida da rispettare. Questi ultimi sono generali e possono essere sintetizzati come segue: fare tre pasti al giorno e far passare tre ore dall’ultimo pasto prima di andare a letto; mangiare fino a non avere più fame, ma senza saziarsi completamente; preferire cibi freschi e integrali; includere i sei sapori di base in ogni pasto.
In base al proprio dasha esistono poi degli alimenti da evitare ed altri da includere nella propria dieta. Così per i tipi Vata occorre inserire cibi come avena, riso, uova, pollo e pesce, latticini fermentati, legumi con moderazione, frutta dolce, mandorle e noci, olio di sesamo e condimenti con curcuma, cumino, zenzero. Da evitare invece la carne rossa, i formaggio stagionati, le verdure crude e i funghi.
Per il tipo Pitta vanno mangiati: orzo, riso, avena, grano, pollo, tacchino, latte e formaggio senza sale, frutta dolce, insalate e verdure crude, cannella, finocchio, curcuma. Da evitare frutti di mare, uova, pomodori, peperoni, frutta secca e semi, spezie piccanti.
Infine, per i tipi Kapha occorre mangiare: grano saraceno, miglio, frutti di mare, pollo, coniglio, lenticchie rosse, mango, pere, albicocche, spezie. Da evitare, invece, patate dolci, grano, avena, latticini, cibi fritti, ortaggi (rape, barbabietole, ravanelli), frutta secca, sale,

Pubblicata il 17/10/2020

Condividi questo articolo

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

CONSERVARE FRUTTA E VERDURA AL MEGLIO

Tra i metodi più conosciuti per conservare frutta e verdura, il più utilizzato consiste nel mettere il cibo in frigorifero. Questo significa ...

Continua a leggere

COME PULIRE UNA PADELLA IN GHISA

Pulire la padella in ghisa in modo perfetto è fondamentale per far in modo che tale strumento non si rovini e non si formi la ruggine. Ecco allora ...

Continua a leggere

FAR TORNARE ANTIADERENTE UNA PADELLA CONSUMATA

La padella antiaderente è uno degli strumenti più utilizzati in cucina. Forse non avrebbe bisogno neanche di presentazione, ma comunque la ...

Continua a leggere

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la ricetta del giorno e tante altre novità

Commenti e voti

Scarica la rivista