FARINA DI AMARANTO: Benefici E Ricette

Data Pubblicazione: 24/03/2023

Farina di amaranto

La Farina Di Amaranto è un alimento ottenuto dalla macinazione dei semi dell'amaranto, una pianta originaria dell'America centrale e meridionale, ma coltivata in diverse parti del mondo. Questa farina ha un colore marrone chiaro e una consistenza fine e morbida. La farina di amaranto è molto nutriente e ricca di proteine, fibre, vitamine e minerali, tra cui calcio, ferro, magnesio e fosforo. Questo la rende una buona scelta per chi segue una dieta vegetariana o vegana, ma anche per chi cerca di aumentare l'apporto di nutrienti nella propria alimentazione. Questa farina è considerata anche una buona scelta per i celiaci, poiché non contiene glutine. Tuttavia, è importante assicurarsi che la farina di amaranto che si acquista sia stata prodotta in un impianto certificato senza glutine.
La farina di amaranto ha un sapore caratteristico, leggermente nocciolato e dolce, che la rende adatta a molte preparazioni, dalla panificazione alla preparazione di biscotti, torte e dolci. È anche utilizzata in aggiunta a zuppe e salse, come sostituto della farina di frumento in alcune ricette senza glutine.

DOVE SI COMPRA

Può essere acquistata in diversi negozi di alimenti naturali, biologici o specializzati in prodotti senza glutine. Inoltre, può essere facilmente trovata anche online, su siti di e-commerce o di produttori diretti. È possibile trovare la farina di amaranto in diverse confezioni, che vanno da piccole bustine a sacchi da diversi chilogrammi, a seconda delle esigenze e della frequenza di utilizzo. Prima di acquistarla è importante controllare la data di scadenza e assicurarsi che sia prodotta in un impianto certificato senza glutine, se si segue una dieta priva di glutine.

QUANTO COSTA

Il costo può variare in base alla qualità del prodotto, alla confezione e al punto vendita. In generale, la farina di amaranto biologica e senza glutine può essere un po' più costosa rispetto alla farina di frumento o ad altre farine convenzionali.
In media, il prezzo della farina di amaranto si aggira intorno ai 5-10 euro al chilogrammo, ma può essere più elevato a seconda del marchio e del negozio di riferimento. Tuttavia, è importante ricordare che la farina di amaranto è un alimento molto nutriente e versatile, che può essere utilizzato in diverse preparazioni, e rappresenta quindi un investimento nella propria salute e benessere.

VALORI NUTRIZIONALI

La farina di amaranto è un alimento molto nutriente e ricco di nutrienti essenziali. Ecco i valori nutrizionali medi per 100 grammi di farina di amaranto:
CALORIE: 371 kcal
Proteine: 14,5 g
Carboidrati: 65,2 g
Fibra: 6,7 gr
Grassi: 6,5 g
Satura: 1,6 g
Monoinsaturi: 2,1 g
Polinsaturi: 2,3 g
Omega-3: 0,1 gr
Omega-6: 2,2 gr
Calcio: 159 mg
Ferro: 7,6 mg
Magnesio: 248 mg
Fosforo: 557 mg
Potassio: 508 mg
sodio: 7 mg
Vitamina C: 0 mg
Vitamina A: 0 UI
Vitamina E: 0,6 mg
Vitamina K: 0,5 µg
Tiamina (Vitamina B1): 0,1 mg
Riboflavina (Vitamina B2): 0,2 mg
Niacina (Vitamina B3): 1,8 mg
Vitamina B6: 0,2 mg
Folati: 82 µg
Vitamina B12: 0 µg

BENEFICI

La farina di amaranto presenta diversi benefici per la salute, grazie alla sua composizione nutrizionale ricca di nutrienti essenziali. Ecco alcuni dei principali benefici della farina di amaranto:
ALTA FONTE DI PROTEINE: la farina di amaranto è una fonte di proteine completa, contenente tutti gli aminoacidi essenziali necessari per il nostro organismo. Questa caratteristica la rende un'ottima scelta per le persone che seguono una dieta vegetariana o vegana, o per coloro che cercano di aumentare il loro apporto proteico.
SENZA GLUTINE: la farina di amaranto è naturalmente priva di glutine, il che la rende una buona scelta per le persone con intolleranze o sensibilità al glutine.
RICCA DI NUTRIENTI: la farina di amaranto è una buona fonte di calcio, ferro, magnesio, fosforo, potassio, vitamine del gruppo B, vitamina E e fibre. Questi nutrienti sono importanti per mantenere ossa, muscoli e sistema nervoso sani, aiutare a regolare la digestione e supportare il sistema immunitario.
AIUTA A MANTENERE LA GLICEMIA SOTTO CONTROLLO: la farina di amaranto ha un basso indice glicemico, il che significa che non provoca picchi di zucchero nel sangue dopo il consumo. Ciò la rende una buona scelta per le persone con diabete.
AIUTA A RIDURRE IL COLESTEROLO: la farina di amaranto è ricca di fibre solubili, che possono aiutare a ridurre i livelli di colesterolo cattivo nel sangue.
In generale, la farina di amaranto è un'ottima scelta per chi cerca un'alternativa nutriente e versatile alle farine convenzionali, e può essere utilizzata in diverse preparazioni come pane, biscotti, torte, creme, e molto altro.

RICETTA FARINA DI AMARANTO

Ingredienti:
Amaranto in chicchi

PREPARAZIONE
  • Iniziare a sciacquare accuratamente i chicchi di amaranto sotto acqua corrente per rimuovere eventuali impurità. Poi lasciarli a bagno in acqua per circa 4 ore, in modo che si ammorbidiscano.
  • Dopo il tempo di ammollo, scolare l'acqua e lasciare i chicchi a riposare in un colino per circa 15 minuti ed asciugarli.
  • Trasferire i chicchi di amaranto in un frullatore o robot da cucina e frullare a velocità massima fino a ottenere una polvere fine e omogenea.
  • Trasferire la farina di amaranto in un contenitore ermetico e conservare in un luogo fresco e asciutto.
La farina di amaranto fatta in casa può essere utilizzata per preparare diverse ricette, come pane, biscotti, torte e molto altro. Tieni presente che la farina di amaranto fatta in casa potrebbe avere una consistenza più grossolana rispetto a quella acquistata in negozio, ma questo non influisce sulla qualità.

CONSERVAZIONE

La farina di amaranto deve essere conservata correttamente per mantenere la sua freschezza e preservare i suoi nutrienti. Ecco alcuni consigli utili:
  • Conservare la farina di amaranto in un contenitore ermetico, preferibilmente di vetro, per evitare l'umidità e l'ingresso di aria.
  • Conservare la farina di amaranto in un luogo fresco e asciutto, lontano dalla luce diretta del sole.
  • Non conservare la farina di amaranto vicino a fonti di calore, come il forno o la stufa.
  • Utilizzare la farina di amaranto entro un periodo di 6-8 mesi dalla data di acquisto per garantirne la freschezza.

CENNI STORICI

L'amaranto è stato coltivato in America Centrale e Sud America per migliaia di anni ed era un alimento importante per le antiche culture Azteche e Inca. Era noto come "la pianta degli dei" e veniva utilizzato sia per scopi alimentari che cerimoniali.
Con l'arrivo degli Spagnoli nel Nuovo Mondo, la coltivazione di amaranto fu vietata poiché era associata alle pratiche religiose precolombiane. Tuttavia, l'amaranto continuò ad essere coltivato in alcune parti dell'America Latina.
Nel corso del XX secolo, l'amaranto ha iniziato a guadagnare popolarità in tutto il mondo come alimento nutriente e senza glutine. Nel 1970, la NASA ha incluso l'amaranto nella dieta degli astronauti per la missione spaziale Skylab.
Oggi, l'amaranto è coltivato in diverse parti del mondo e viene utilizzato in numerose ricette, come pane, biscotti, barrette di cereali, piatti salati e molto altro. Grazie ai suoi numerosi benefici per la salute e alla sua versatilità in cucina, l'amaranto sta diventando sempre più popolare anche tra coloro che seguono una dieta senza glutine o vegana.






Pubblicata il 24/03/2023

Condividi questo articolo

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

CONSERVARE FRUTTA E VERDURA AL MEGLIO

Tra i metodi più conosciuti per conservare frutta e verdura, il più utilizzato consiste nel mettere il cibo in frigorifero. Questo significa ...

Continua a leggere

RISPONDERE A CHI STARNUTISCE SECONDO IL GALATEO

Etciù! Salute! La relazione è stretta ed è impossibile trattenersi in un caso o nell’altro: dopo una starnuto arriva sempre chi risponde ...

Continua a leggere

GALATEO A TAVOLA: COME MOSTRARE GARBO PARTENDO DALLE POSATE

Quando si prende l'azzardata decisione di invitare tutti a casa propria, con l'archetipica frase "Cucino io!", chiunque ha il terrore di sfigurare. ...

Continua a leggere

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la ricetta del giorno e tante altre novità

Commenti e voti

Scarica la rivista