Frutta e verdura contro la spreco alimentare

Data Pubblicazione: 13/01/2019

Frutta e verdura contro la spreco alimentare

Frutta e verdura contro lo spreco alimentare: scende in campo anche il Comune di Napoli con un’iniziativa per combattere gli sprechi alimentari. E’ stato, infatti, firmato al Centro Agro Alimentare di Napoli (CAAN) un protocollo di intesa con il Banco alimentare della Campania per recuperare i prodotti ortofrutticoli rimasti invenduti: grazie a questa iniziativa, condivisa dall’amministrazione comunale, la frutta e verdura che non sarà venduta sarà donata a mense sociali e famiglie non abbienti.
Soddisfazione da parte del sindaco de Magistris che ha spiegato i motivi dell’appoggio del Comune a tale iniziativa: “Ne condivido pienamente le finalità. Ho voluto firmare qui e non a Palazzo San Giacomo per testimoniare quanto il Comune sostiene CAAN. Un Polo strategico fondamentale per l’agroalimentare campano che non solo, come abbiamo fatto nel corso del 2018, va salvato, ma va anche e rilanciato”.

Spreco alimentare, l’iniziativa del Comune di Napoli

Grazie a questa iniziativa allora non vedremo più frutta e verdura a fine giornata nei mercati finire al macero. Questi prodotti, altamente deperibili, quando non venduti vanno a finire nella spazzatura: un fattore che, oltre allo spreco alimentare, aumenta anche i costi sia dal punto di vista economico che ambientale. Ecco allora che grazie alla collaborazione CAAN e Banco alimentare della Campania, le derrate rimaste invendute o comunque che non possono restare nel ciclo commerciale, saranno raccolte e stoccate in un’area della Galleria Ortofrutta destinata all’iniziativa. Fatto ciò, toccherà ai referenti del Banco Alimentare occuparsi del prelievo, del trasporto e dello smistamento della merce attraverso la propria rete: ogni giorno sono oltre 150mila le persone in difficoltà che vengono aiutate grazie al Banca Alimentare e ben 7mila tonnellate di cibo che ogni anno sono ‘salvate dalla spazzatura e destinate a chi ha difficoltà anche a preparare un pasto caldo. Un’iniziativa da lodare che si unisce alle tante che negli ultimi anni si sono avviate per combattere gli sprechi alimentari: una piaga sempre più sentita in un’era in cui la povertà, anche in Paesi sviluppati come il nostro, è in aumento.

Condividi questo articolo

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

UOVA SODE GIÀ PRONTE

Incredibile ma vero: le uova sode già pronte sono realtà. Sembrerebbe un’assurdità ed invece c’è chi ha pensato di mettere in commercio delle ...

Continua a leggere

DIETA, ERRORI PIÙ COMUNI

Gli errori più comuni della dieta degli italiani vengono elencati dall'Istituto Superiore della Sanità. L’ ISS ha pubblicato un report realizzato ...

Continua a leggere

DIETA SHIBBOLETH

La dieta Shibboleth è un regime alimentare ipocalorico che consente di perdere peso. Il numero di calorie quotidiane varia da 900 a 1.500 e dipende ...

Continua a leggere

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la ricetta del giorno e tante altre novità

Commenti e voti

Scarica la rivista