Dieta vigor per dimagrire senza restrizioni: funziona?

Data Pubblicazione: 22/09/2018

Dieta vigor per dimagrire senza restrizioni: funziona?

La dieta vigor è stata ideata dal dottor Fabrizio Duranti ed ha un principio base: per dimagrire occorre assumere i carboidrati in maniera controllata ma non abolire il loro consumo. Con tale regime alimentare si favorisce la trasformazione degli zuccheri in energia invece che in grasso tenendo sotto controllo l’insulina ed evitando restrizioni eccessive. In tale regime alimentare allora i carboidrati saranno assunti in maniera programmata e in questo modo si riuscirà a variare l’indice glicemico e quindi smuovere l’organismo. L’acronimo Vigor sta per “Variazione dell’indice glicemico ormoni ribilanciati”: ma come funziona? La dieta vigor prevede un apporto calorico vario durante tutta la settimana: nel weekend si suggerisce il consumo di alimenti ricchi di carboidrati, gli stessi che invece andranno limitati negli altri giorni della settimana. In questo modo l’organismo utilizzerà le riserve energetiche accumulate nel fine settimana durante i giorni di restrizione, evitando l’accumulo di grasso.
Proviamo a sintetizzare lo schema settimanale della dieta vigor: dalla domenica sera al martedì sera l’alimentazione dovrà essere povera di carboidrati; dal mercoledì, invece, si inizieranno ad aumentare, riducendo le proteine fino alla cena; da mercoledì sera al venerdì sera nuova restrizione per i carboidrati, mentre sabato spazio a un’alimentazione disintossicante con consumo esclusivo di frutta e verdura fino alla sera. Dalla cena di sabato al pranzo domenicale restrizioni abolite e scelta libera.

Menu dieta vigor


Chi cerca per la dieta vigor opinioni valide può affidarsi ad un nutrizionista professionista, in modo da valutare in maniera accurata se tale regime alimentare è adatto alle proprie condizioni ed esigenze. Intanto vi proponiamo un esempio di menu quotidiano che può essere attuato per dimagrire con la dieta vigor. Durante la settimana la colazione può essere fatta con yogurt greco, muesli, noci e miele; per spuntino si può scegliere prosciutto crudo (magro) e una mela; a pranzo polipo (300 g), con pane e fragole (140 g); infine la cena con fagioli azuki, petto di pollo (100g) e insalata.

Condividi questo articolo

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

ERRORI A CENA CHE ROVINANO IL SONNO

Gli errori a cena possono compromettere anche il sonno. Non è certo una novità che quello (e come) si mangia la sera può andare ad incidere sulla ...

Continua a leggere

ERNIA IATALE

L’ernia iatale è una patologia che riguarda l’apparato digerente. In particolare si verifica quando lo stomaco passa dall’addome al torace ...

Continua a leggere

BOTULISMO

Con il termine di botulismo si indica una intossicazione causata dalle tossine prodotte dal batterio Clostridium botulinum. Si tratta di un ...

Continua a leggere

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la ricetta del giorno e tante altre novità

Commenti e voti

Scarica la rivista