Dieta dell'astronauta: come dimagrire in 14 giorni e controindicazioni

Data Pubblicazione: 17/05/2018

Dieta dell'astronauta: come dimagrire in 14 giorni e controindicazioni

La dieta dell’astronauta è l’ultima novità per perdere peso. Non ha a che vedere con chi viaggia nello spazio, ma è un regime alimentare che toglie dal menu pane, pasta e zuccheri, apporta poche calorie e molti lipidi. Il risultato sarà una rapida perdita di peso con qualche rischio però a lungo termine: insomma non proprio il massimo per chi aspira a mantenere la forma a lungo.
Scopriamo allora in cosa consiste la dieta dell’astronauta. E’ un regime alimentare con pochi carboidrati, più grassi e proteine: è, infatti, una dieta iperlipidica e ipoglucidica allo stesso tempo. Proprio l’utilizzo di molte proteine favorirebbe la perdita di peso molto rapida, senza andare a danneggiare i muscoli. Completamente messi al bando pane, pasta, cereali e zuccheri.

Dieta dell’astronauta: cosa mangiare e cosa evitare

Questo regime alimentare molto drastico non può essere seguito per oltre due settimane e potrebbe portare anche a danni alla salute. Per questo, come ricordiamo sempre, prima di intraprendere un qualsiasi regime dietetico è necessario consultare e farsi consigliare da un professionista. Entrando nel dettaglio della dieta dell’astronauta, possiamo dire che prevede il 45% di grassi, il 25% di proteine e il 30% di carboidrati. Ecco allora che saranno suggeriti alimenti ricchi di proteine e grassi. Così tra gli alimenti consentiti troviamo: uova, pomodori, cetrioli, lattuga, broccoli, funghi, pesce, pollo, zucca, formaggio, tofu, latte di mandorla, latte di riso, latte di soia. Al contrario sono messi al bando: succhi di frutta, alcol, sale, zucchero, patate, carote, pasta, riso, pane, cereali, carni affumicate.
E’ bene precisare che questo regime dietetico non rappresenta l’ideale per chi vuole seguire una corretta e sana alimentazione. Altro punto a sfavore è rappresentato dall’assenza di un programma di mantenimento. Inoltre il basso apporto di carboidrati renderebbe difficile l’attività sportiva. Infine, potrebbe anche far dimagrire ma il problema diventerebbe poi riuscire a mantenere il peso forma. Insomma questa dieta ha tutti quei difetti che un regime alimentare sano non dovrebbe avere.

Condividi questo articolo

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

LA DIETA DI ANTONINO CANNAVACCIUOLO

Quasi trenta chili in meno. E’ il risultato della dieta di Antonino Cannavacciuolo, il famoso chef della tv che ha deciso di rimettersi in forma ...

Continua a leggere

CARENZA VITAMINA D FA INGRASSARE

La carenza di vitamina D può essere alla base della difficoltà di perdere peso. Secondo un recente studio, infatti, la vitamina D ed in particolare ...

Continua a leggere

CIBI PIÙ FOTOGRAFATI SU INSTAGRAM

Donne e cibo, il binomio social che ha rivoluzionato quello più famoso ‘donne e motori’. E’ Instagram il nuovo regno dove si alternano ...

Continua a leggere

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la ricetta del giorno e tante altre novità

Commenti e voti

Scarica la rivista