Come conservare gli avanzi

Data Pubblicazione: 09/05/2018

Come conservare gli avanzi

Al mondo d’oggi non è certo insolito avere a che fare con gli avanzi di cibo. Visto che sprecare alimenti non è mai una buona cosa, sorge il problema di come conservare gli avanzi. Frigorifero e freezer sono le soluzioni più immediate, anche se occorre comunque seguire alcune precise regole e, soprattutto, non sempre è possibile farlo.
Per evitare quindi di trovarci davanti avanzi non buoni, ecco alcune regole da seguire per conservarli in frigorifero. In primo luogo il tempo: una volta cucinato, il cibo va messo in frigorifero entro due ore; stesso lasso di tempo per congelarlo. Trascorse le due ore potrebbero iniziare a svilupparsi batteri che renderebbero pericoloso il cibo. Meglio poi che gli avanzi non vengano mai a contatti con superfici, utensili o mani sporche. Altra cosa cui prestare attenzione sono i recipienti in cui conservare gli avanzi di cibo. Importante è non utilizzare gli stessi contenitori usati quando sono stati cotti o serviti gli alimenti. Il suggerimento è dividere gli avanzi in piccole porzioni che andranno inserite in contenitori non troppo profondi (massimo cinque centimetri), in modo da farli raffreddare velocemente. Inoltre, sempre per un raffreddamento omogeneo è consigliabile lasciare spazio per far circolare l’aria intorno al contenitore.

Come conservare gli alimenti in freezer

Per la conservazione in frigorifero, inoltre, è consigliabile che il cibo venga consumato in 2 giorni, in alcuni casi 5 ma non di più. Ricordatevi che lunghe conservazioni in frigorifero aumentano il rischio di intossicazione. Per quanto riguarda il congelamento, invece, è bene che gli avanzi vengano fatti completamente raffreddare. Infine, altro capitolo importante in una guida che riguarda come gli avanzi di cibo: come riscaldarli. Salse sughi e minestre vanno sempre portate ad ebollizione; per altri tipi di alimenti, invece, occorre farli riscaldare fino ad una temperatura di 75°C interni, avendo cura di mescolare per bene in modo che la temperatura sia omogenea. Importante riscaldare il cibo soltanto una volta.

Condividi questo articolo

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

DIETA E IPOTIROIDISMO

L’ipotiroidismo è un disordine che deriva dalla carenza di iodotironine, ormoni prodotti dalla tiroide, una ghiandola che è presente nel collo. ...

Continua a leggere

CONQUISTARE LA SUOCERA

Riuscire a conquistare la suoceraè spesso impresa ardua, soprattutto per le donne. Forse si tratta del passaggio più complicato del matrimonio ma, ...

Continua a leggere

CENA STELLATA A CASA

Ci risiamo. Il coronavirus non sembra dare pace, la curva dei contagi si impenna e le possibilità di uscire pian piano diminuiscono. Niente lockdown ...

Continua a leggere

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la ricetta del giorno e tante altre novità

Commenti e voti

Scarica la rivista