Agretti o barba di frate: contorni e non solo

Data Pubblicazione: 06/12/2017

Agretti o barba di frate: contorni e non solo

Utilizzati in cucina soprattutto come contorno, gli agretti sono un alimento che può rientrare nella categoria degli ortaggi o delle verdure. Conosciuti anche con il nome di barba di frate o barba del Negus, sono piante di piccole dimensioni (non superano i 70 centimetri), diffuse nel Mediterraneo e sulle coste Atlantiche.

Un agretto è formato da foglie sottili, filiformi, di colore verde con base rossiccia. Presentano un sapore acidulo. Derivano dalla famiglia delle Chenopodiaceae e sono piante annuali che crescono in terreni ricchi di sale. In passato gli agretti erano usati anche per estrarre il carbonato di sodio attraverso un processo di combustione. Prima di addentrarci e vedere come si cucinano gli agretti, scopriamo qualcosa in più su questa pianta.

Proprietà e valori nutrizionali degli agretti

Costituiti in gran parte di acqua, hanno effetti diuretici e facilitano l'espulsione delle tossine. Carichi di vitamine A e B, ricchi di sali minerali e fibre, sono utili per riequilibrare le funzioni intestinali. Hanno pochi carboidrati, proteine e lipidi. Al contempo presentano un elevato potere saziante e questo, insieme allo scarso apporto calorico, li rende ottimi per chi è alle prese con una dieta ipocalorica. Inoltre, la loro capacità di regolare l'assorbimento lipidico e glicemico li rende utili per chi soffre di diabete mellito di tipo 2.

Cenni storici

Ultimo passaggio prima di scoprire gli usi in cucina della barba di frate è relativo alla loro origine. Questa pianta nasce in Europa, Asia e Africa settentrionale. La sua capacità di adattamento ha fatto sì che si diffondesse anche in America, sempre su terreni sabbiosi e ricchi di sale.


Varietà di preparazione degli agretti

Finalmente ci siamo: scopriamo come usare in cucina gli agretti, ricette sono numerose e molto varie. In primo luogo possono essere utilizzati come contorno: vanno consumati cotti, ad esempio al vapore o lessati. Per condirli si può utilizzare un po' di olio extravergine di oliva e limone, ma anche pomodoro e acciughe. Ottimi anche da usare per secondi di carne o di pesce. In ogni caso prima di cuocerli, vanno lavati con attenzione e va tagliata la parte vicina alle radici. Per gli agretti, ricetta molto buona è quella alla birra. Ma possono anche essere sfruttati per realizzare un primo piatto come la pasta con lo speck e gli agretti appunto. Una vera delizia!

Condividi questo articolo

Scarica la rivista

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

ALIMENTI E CATTIVO ODORE

Cattivo odore, colpa del cibo. Ci sono alcuni alimenti che possono causare il cattivo odore del corpoe che quindi vanno ad influire in un problema ...

Continua a leggere

MANGIARE UVA FA INGRASSARE: LA FALSA CREDENZA

Settembre è il periodo dell’Uva e resistere al richiamo dei chicchi è troppo difficile. Un sapore irresistibile, un chicco tira l’altro ed ...

Continua a leggere

COSA MANGIARE A SAN GENNARO

Oggi, 19 settembre, è San Gennaro. Festa patronale a Napoli, giorno in cui (uno dei tre all'anno) avviene la liquefazione del sangue del Santo ...

Continua a leggere

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la ricetta del giorno e tante altre novità

Commenti e voti

Scarica la rivista