Fare il bagno dopo mangiato: quanto tempo deve passare?

Data Pubblicazione: 29/07/2018

Fare il bagno dopo mangiato: quanto tempo deve passare?

Si può fare il bagno dopo mangiato? In periodi di mare e vacanze questa domanda torna di attualità, soprattutto per chi ha dei bambini che non riescono proprio ad allontanarsi dall’acqua dopo aver mangiato. E’ davvero necessario far passare le canoniche tre ore prima di fare il bagno dopo aver mangiato?

Fare il bagno dopo mangiato: le regole da seguire

Facciamo chiarezza o almeno proviamoci. Partiamo dalla digestione: inizia dopo pochi minuti il primo boccone ed è un processo particolarmente complesso che coinvolge diversi meccanismi. La digestione ha una durata più breve per i liquidi e più lunga per i cibi solidi. Inoltre, mentre siamo alle prese con la digestione, aumenta il sangue che arriva a stomaco ed intestino e questo complica lo svolgimento di altre attività, come ad esempio il nuoto. Ecco allora che chi si fa il bagno dopo mangiato può avvertire crampi o essere vittima di un malessere, oltre ovviamente al pericolo di congestione. In quest’ultimo caso fare il bagno dopo mangiato può avere conseguenze davvero gravi, fino arrivare alla morte. Questo è dovuto probabilmente allo sbalzo di temperatura che subisce il corpo nel passare del caldo al freddo: una differenza marcata soprattutto nello stomaco che durante la digestione, per via dell’aumento del flusso sanguigno, ha una temperatura più elevata del normale.

Ma allora quanto tempo deve passare per poter dire che si può fare il bagno dopo mangiato? In realtà non esiste un tempo da attendere ma occorre seguire alcune regole di buon senso. Così ad esempio si può fare il bagno ma procedendo in maniera graduale, proprio per evitare lo shock termico che si ha quando ci si tuffa di botto. Fondamentale però che la temperatura esterna non sia troppo calda e che l’acqua non sia molto fredda. In caso contrario meglio aspettare almeno tre ore. Importante poi per fare il bagno dopo mangiato non consumare cibi troppo pesanti e limitarsi a porzioni non eccessive.

Condividi questo articolo

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

VEGETARIANI: MENO INFARTI, PIÙ ICTUS

Vegetariani: meno infarti, più ictus. In sintesi sono questi i risultati di una ricerca pubblicata sul British Journal of Medicine: secondo tale ...

Continua a leggere

CARNE VEGETALE: TROPPO SALE E ZUCCHERO

La carne vegetale non è questo concentrato di salute che si vuol fa credere, anzi: secondo una ricerca realizzata dal George Institute for Global ...

Continua a leggere

LA VENDEMMIA DI ROMA

Torna l’appuntamento con La vendemmia di Roma, manifestazione che unisce vino e moda sulla scia di quanto accade a Milano con il format di via ...

Continua a leggere

Lascia un commento

Scarica la rivista