Cibi fermentati: cosa sono e proprietà

Data Pubblicazione: 19/04/2017

Cibi fermentati: cosa sono e proprietà

In Occidente non si usano quasi più quelli fatti in casa, ma in Oriente i cibi fermentati sono ancora diffusissimi e ritenuti in rimedio naturali. Ma quali sono e quali effetti benefici apportano all'organismo? Scopriamolo insieme!

Cosa sono

i cibi fermentati Paese che vai, cibi fermentati che trovi: la varietà è davvero ampia e deriva dalla zona di provenienza. Ad esempio in Estremo Oriente si utilizzano verdura, frutta e pesce fermentati, mentre in Giappone ci si limita alla soia. Nell'Europa Settentrionale sono rinominati i crauti, mentre in Svezia si lasciano fermentare le alici e in Islanda lo squalo. Dall'Europa all'Africa dove non si può fare a meno dell'ingera eritrea che si ottenere lasciando fermentare il teff. In Russia non si può non bere la kvas, bevanda che si ottiene dalla fermentazione della frutta.

Effetti benefici cibi fermentati

I cibi fermentati non hanno soltanto un sapore particolare ma anche degli effetti benefici sull'organismo umano. Ovviamente occorre non avere intolleranze contro cibi fermentati o lieviti per godere dei benefici. Quali? Si parte dall'aspetto nutrizionale con la presenza maggiore, rispetto agli alimenti freschi, di vitamine, antiossidanti, enzimi e fermenti lattici vivi. Gli alimenti fermentati hanno una funzione stimolante sulla flora batterica intestinale e contribuiscono al miglioramento della salute del sistema immunitario.  Questo si ottiene grazie ai batteri presenti nel cibo che orientano le difese immunitarie. I cibi fermentati, inoltre, grazie alla grande quantità di enzimi che contengono migliorano la digestione. Questi, infatti, rendono gli amidi e le proteine più facilmente assimilabili dal nostro organismo. Esistono poi particolari caratteristiche legale ad alimenti specifici. Un esempio su tutti è dato dallo yogurt: la fermentazione rende il lattosio più digeribile. Inoltre si ha un aumento delle vitamine B e più facilità di assimilazione del calcio. Per la soia, invece, la fermentazione porta ad una crescita della presenza di vitamina K, fondamentale per le ossa e la coagulazione del sangue.

Condividi questo articolo

Scarica la rivista

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

UNA PIZZA PER MARADONA

In onore di Maradona: Napoli piange il suo eroe, il mondo intero (e non soltanto quello calcistico) si sente un po’ più solo senza la magia ...

Continua a leggere

FARE LA SPESA, SOSPESO DETTO FATTO

Come fare la spesa in modo sensuale: era questo il tema di un ‘tutorial’ mandato in onda nel corso della trasmissione ‘Detto Fatto’ su ...

Continua a leggere

DIETA IN SMART WORKING

Ormai da quasi un anno le abitudini di tutti noi sono cambiate a causa del coronavirus. Più lavoro a casa, meno contatti esterni e cambia quindi ...

Continua a leggere

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la ricetta del giorno e tante altre novità

Commenti e voti

Scarica la rivista